MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

sabato 17 dicembre 2016

@ v@zz@ d@ll@ s@n@str@

P@r @n@ c@m@ m@, ch@ @b@rr@ @ m@n@@r@sm@, @ss@r@ d@ s@n@str@ @ @n@ m@ss@@n@ imp@ss@b@l@. S@r@ c@p@t@t@ @nch@ @ v@@ d@ r@c@v@r@ d@ q@@lch@ p@l@t@c@ @ @nt@ll@tt@@l@ d@ s@n@str@ @n@ l@tt@r@ ch@ @n@z@@v@ c@n: "Car@"?

@cc@: s@ m@@ n@n f@ss@ s@ff@c@@nt@m@nt@ ch@@r@ p@r @ltr@ m@t@v@, q@@st@ v@zz@ d@ll@ s@n@str@ b@st@r@bb@ @ f@r c@p@r@ n@n s@l@ p@rch@ p@rd@r@, m@ @nch@ @ s@pr@tt@tt@ p@rch@ s@ l@ m@r@t@...


48 commenti:

  1. Car* tutt*, quoto quì da mailing list universitaria un OT rivelatore

    Tanto per metterla un po' sul ridere, ho provato a far memoria dei ministri della P.I. e della Cultura finlandesi dell'ultimo decennio (nel 2015 i due dicasteri sono stati accorpati in uno solo).
    Abbiamo avuto un paio di infermiere/fisioterapiste (Tuula Haatainen e Sari Sarkomaa), l'ex campione finlandese di salto in alto (Antti Kalliomäki), un ex calciatore, già vicepresidente della Lega Calcio (Jukka Gustafsson) e un'ex fotomodella, Miss Finlandia 1991 e per un breve periodo ("quel" periodo...) fidanzata dell'attuale Presidente della Repubblica (Tania Karpela).

    L'attuale ministra, nata nel 1983 (!), non ha ancora fatto a tempo a essere un'ex niente, ma speriamo che presto possa diventare almeno un'ex ministra...


    Ecco ora lo vediamo perchè pure la Finlandia vá à rotoli - purtroppo nemmeno le riforme possono nulla se non c'é il merito, l'onestá etc.

    (vs Dino P Dino)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quanto riguarda i test OCSE-PISA, la Finlandia non va a rotoli, ma rimane ai primissimi posti. Forse, la nostra nuova ministrA dell'Istruzione ci farà scalare qualche posizione.

      Elimina
    2. Dati questi commenti sulla Finlandia, di cui Alberto ci ha raccontato in diverse occasioni, e la notizia sui tagli alle università finlandesi commentata su ROARS, non ho resistito a suonare la campanella, ancora una volta, ai colleghi che piangono per i tagli e non vogliono capire il perché ed agire conseguentemente.

      Il mio commento lì è ancora in moderazione, mentre scrivo qua. Non penso che servirà a ridestare chi sogna, ma magari - dopo tutti questi anni - qualche seme di dubbio riuscirà a piantarlo.

      Ed in ogni caso, ci sono cose che vanno fatte...

      Elimina
    3. ROARS ha scelto di essere un pezzo del problema e se i rapporti di forza cambieranno ne subirà le conseguenze. Io non dimenticherò che loro, pseudogaranti della qualità della ricerca, si sono fatti ventilatori del trullo whisperer. Soprattutto, non se ne dimenticherà il Referee.

      Elimina
    4. Io mi fido solo dei merdia.

      Il Post, 22 marzo 2015:

      "Nei licei finlandesi al posto delle “materie” si insegnano gli “argomenti”
      Per alcuni periodi dell'anno si studia "Unione Europea" o "servizio al bar":

      Il giornale britannico Independent ha raccontato come sta andando in Finlandia uno dei più ambiziosi programmi di riforma scolastica mai tentati da una nazione occidentale. Da un paio d’anni, e solo per alcuni periodi limitati di tempo, molti licei di tutto il paese hanno smesso di insegnare le “materie” tradizionali – storia, geografia e matematica – e hanno cominciato a introdurre gli “argomenti”, o come dicono i finlandesi i “fenomeni”.

      Ad esempio, gli studenti di alcuni licei finlandesi possono studiare “Unione Europea” [TAAAC], una materia che comprende principi basilari di economia, di storia degli stati e delle lingue che si parlano nelle nazioni dell’UE. Tra i corsi facoltativi, gli studenti possono scegliere “servizio al bar” [Sic!], dove vengono insegnati principi di matematica, contabilità e lingue straniere, per poter parlare con i clienti stranieri. Nelle nuove classi finlandesi è sparita anche la tradizionale idea di una lezione frontale, con il professore che spiega e gli studenti che ascoltano: l’approccio è misto, con i gli studenti divisi in piccoli gruppi che lavorano insieme per risolvere problemi e sviluppare le facoltà comunicative.

      Il progetto dura oramai da due anni e tutte le scuole della Finlandia sono obbligate a introdurre almeno una volta l’anno un periodo di alcune settimane di insegnamento basato sui “fenomeni”. La sperimentazione è particolarmente intensa in alcuni licei di Helsinki, dove i periodi di sperimentazione sono due per ogni anno scolastico. A Helsinki il 70 per cento degli insegnanti di liceo ha ricevuto una preparazione per poter essere in grado di condurre il nuovo tipo di corsi. Secondo le stime attuali del governo, il progetto potrebbe essere adottato da tutte le scuole finlandesi entro il 2020 [Tanta fortuna!].

      La sperimentazione è stata criticata da alcuni insegnanti, che non sono favorevoli ai nuovi metodi perché richiedono di modificare competenze e metodi usati per molti anni. Per gli insegnanti che accettano il programma di sperimentazione, comunque, è previsto un piccolo incremento di stipendio [Ri-TAAAC]. Secondo i responsabili, gli insegnanti che hanno usato il nuovo metodo «non vogliono più tornare indietro» e le scuole che lo hanno adottato hanno mostrato già un miglioramento nei rendimenti degli studenti [Mi ha detto mio cuggino]. Già oggi la Finlandia è uno dei paesi con il sistema scolastico migliore del mondo. I risultati precedenti del sistema educativo finlandese hanno reso ancora più sorprendente la decisione del governo di avviare una riforma così ampia e radicale. Nei test internazionali gli unici paesi che riescono a ottenere risultati migliori degli studenti finlandesi si trovano in Estremo Oriente, soprattutto Singapore e Corea del Sud. La Finlandia è oggi un paese dove vanno molti esperti di sistemi educativi europei per osservare e capire come migliorare l’istruzione nei loro paesi [#facciamocome]."

      Generazione di fenomeni, tutti al bar (della U€)! -semicit-
      Poveri giovini finnici.

      Elimina
    5. La neoscuola finlandese e' un esperimento del gruppo Bilderberg. Ma nessuno si ribella?

      Elimina
    6. Sull'argomento della scuola strutturata "per educare i nuovi consumatori", ricordo il classico "segmenti e bastoncini" di L.Russo. La prima edizione è del '98, ma non mi pare che nel frattempo le cose siano cambiate granché... Vedi ad es. http://www.matematicamente.it/cultura/libri/lucio-russo-segmenti-e-bastoncini-dove-sta-andando-la-scuola/

      Elimina
    7. Anzi: venti anni dopo, gli studenti che si vedono ora sono un QED rispetto a quel libro :(

      Elimina
  2. Per uno come me, che aborre i manierismi, essere di sinistra è una missione impossibile. Sarà capitato anche a voi di ricevere da qualche politico o intellettuale di sinistra una lettera che inziava con: "Caro"?

    Ecco: se mai non fosse sufficientemente chiaro per altri motivi, questo vezzo della sinistra basterebbe a far capire non solo perché perderà, ma anche e soprattutto perché se lo merita...

    Ho sbagliato qualcosa? Molto aneddoto cifrato questo post: meno male che la 'Settimana Enigmistica' il Sabato pomeriggio è d'obbligo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai sbagliato che sei sessista! Si scrive car@. Ora ti deferisco allo psicotribunale della presidenta, dove il giudice Attivissimo ti spegnerà il sito (o quello che hai).

      Elimina
    2. Me tapino! Me misero! Me derelitto! Tutto ma non il/la president@!

      (Non immaginavo nemmeno lontanamente una simile mostruosità. Se sta veramente prendendo piede ci meritiamo l'estinzione a colpi di bail-in)

      Elimina
  3. I vezzi della sinistra

    Per uno come me, che aborre i manierismi, essere di sinistra è una missione impossibile. Sarà capitato anche a voi di ricevere da qualche politico o intellettuale di sinistra una lettera che iniziava con: "Car@"?

    Ecco: se mai non fosse sufficientemente chiaro per altri motivi, questo vezzo della sinistra basterebbe a far capire non solo perché perderà, ma anche e soprattutto perché se lo merita ...

    RispondiElimina
  4. St@@ sp@er@m@nt@nd@ p@r gl@ in@z@@t@ @d @ll@m@n@t@ il m@ss@gg@@ cr@pt@c@ p@r @ pr@ss@m@ t@rr@b@l@ @v@nt@nv@?

    RispondiElimina
  5. AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!!!!!!!!!!

    Lo sapevo ke era futurista!

    Venga su a Pastrufazio ke andiamo in Galleria a scandalizzare i piddini!

    Zang tum tum bang pum !!!

    RispondiElimina

  6. Per questa settimana basta enigmistica.

    "Per uno come me, che aborre i manierismi, essere di sinistra è una missione impossibile.
    Sarà capitato anche a voi di ricevere da qualche politico e intellettuale di sinistra una lettera che iniziava con: "Caro"?

    Ecco: se mai non fosse sufficientemente chiaro per altro motivo, questo vezzo della sinistra basterebbe a far capire non solo perché perderà, ma anche e soprattutto perché se lo merita ..."

    P.S.: '@zzo, Briganti mi ha preceduto, aborre il manierismo mi ha rallentato.

    RispondiElimina
  7. OT
    Questa e' una bellissima visualizzazione del commercio mondiale. Provate ad allargare l'Europa e a selezionare i vari paesi. Illuminante
    http://metrocosm.com/map-international-trade/
    fine OT

    Roberto Seven

    RispondiElimina
  8. Secondo me la giusta correzione ortografica del titolo è "i vizzi delle sinistre".

    RispondiElimina
  9. La risposta è dentro di loro ma, al solito, è quella sbagliata.
    Naturalmente i vezzosi si sono subito aggregati perché "A seguire le destre si va a sbattere".
    Non ammettono che le destre le hanno in questi anni sostituite alla grande nel difendere il capitale a discapito del lavoro.
    "..se i Trump dicono Goldman Sachs noi dobbiamo dire redistribuzione della ricchezza..".
    La faccia come il culo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per esprimermi con argomentata e personalissima franchezza: a questi tronfii e sbrodolanti buffoni indecorosamente privi finanche di una goccia di autentico senso della storia, a questi volgari impostori perennemente in bilico tra ipocrisia e falsa coscienza, a questi impenitenti professionisti del tradimento seriale perpetrato a colpi di radioso sol dell'avvenire, sia finalmente reso l'unico trattamento che hanno pienamente meritato: essere raschiati via da ogni angolo e fessura della vita politica e civile di questo Paese che ancora si ostinano a incrostare, transitando in modo il più possibile rapido e inglorioso dal pubblico ludibrio al pattume della SStoria.

      Elimina
    2. Con altrettanta franchezza: visto che la SStoria in tutta evidenza lo sta facendo, il che può piacere o non piacere, ma è un dato oggettivo, sinceramente non vedo, a meno che uno non sia un troll o non sia un po' disturbato, il bisogno di calcare i toni, considerando che le bestie ferite sono pericolose, e occupano poltrone importanti. In altre parole, caro Fabrizio, con tutto l'affetto: sei un troll, o non ci arrivi con la testa al fatto che DEVI darti una calmata? Perché se non te la dai tu, te la do io. Comme par hasard, non trovo il tuo nome sulla lista dei donors. Il biglietto non lo hai pagato, ma allo spettacolo assisti, facendo di continuo esternazioni sostanzialmente superflue, a meno che il loro scopo non sia quello di far passare questo blog per un focolaio di hate speech (cosa che farebbe mooooolto comodo al potere costituito).

      Quindi, caro, da qui in avanti ti fai un giro con Serendippo e Yanez, fino a che non avrai calibrato la terapia e trovato le goccioline giuste per stare calmo. Guarda: ti sono vicino. Da quando questa storia è iniziata mi son dovuto fare due giri di Seropram (l'ultimo è finito un annetto fa). Ha effetti collaterali, ma mi ha impedito di danneggiare troppo la causa e quindi voi. Prendi in considerazione un percorso simile, se assistere a certi spettacoli ti urta i nervi in questo modo. Ovviamente io non sono un medico quindi ne ho parlato prima con un neurologo, e altrettanto suggerisco a tutti quelli che non riescono a tenere i nervi a posto ora che sarebbe così necessario...

      Elimina
    3. Condivido.
      Esagerare come è stato fatto anche e soprattutto da questi personaggi non è un buon viatico per il dopo che necessariamente ci dovrà essere.
      Dato che si dovrà convivere, nonostante i dolori di fegato che ciò costerà, non calchiamo la mano.

      Elimina
    4. io citalopran per due anni ( marzo 2013 - maggio 2015) da monti in poi

      ricaduta terrificante 22 novembre 2015 ( guarda un po' che coincidenza) :)
      guarigione (miracolosa) maggio 2016
      il citalopran mi stava definitivamente spegnendo e gli effetti collaterali si manifestavano soprattutto con pensieri suicidi ed omicidi (libido azzerata)
      ti sono vicina Fabrizio Laria
      una piccola terapia: sgravarsi di qualche euro per la "giusta causa asimmetrica
      evviva la moderazione! (si fa per dire)
      io sono per la "Radicalità" (evangelica) sempre e comunque

      baci fuori dal tunnel dei ricaptatori

      la funambola

      Elimina
    5. Comunque è citalopram (inibitore della ricaptazione della serotonina). Woody Allen moment? Parliamo di medicine? Io devo prendere l'acido folico, e non sono incinto. Vediamo chi indovina...

      Elimina
    6. @Alberto Bagnai 18 dicembre 15:08

      Azzardo: per i caPelli?

      CaPelli l'ho scritta giusta, eh eh...:-)

      Elimina
    7. Letto: "Indispensabile per la produzione dei globuli rossi"
      Ma lei è dessinistra, non può essere...

      Elimina
    8. Bisogna ammettere che è difficilissimo non essere perennemente incazzé, ma è controproducente, un autogol per la causa -e per la salute! Certo, quando ti accorgi che t'hanno manipolato per 30 anni, continuano a farlo, e tu ora assisti allo scempio che ne deriva, la rabbia è risposta spontanea. Ma è sbagliata. La rissa è sempre controproducente, ancor di più quando hai ragione.
      Ho dovuto prendermi giustissima bloccatura su twitter per poterlo capire. In effetti, nel mio caso, l'interpretazione di tutta la Storia è cambiata, e con questo dell'umanità in generale. Ma che senso ha incazzarmi con l'umanità perché non è come la voglio o la credevo? Cosi va il mondo, ed è stato sempre così. Questa è la vita e meno male che me ne sono accorto in tempo...
      Peraltro resta interessantissimo vedere come va a finire (a parte quello che già si sa...) e fare la nostra minuscola parte da Gran Signori. Se vediamo le cose su un arco temporale più lungo, allora vinciamo noi, sia se andiamo avanti che indietro nel tempo. Come dice Flaiano "Chi vive nel nostro tempo raramente sfugge alla nevrosi. Per vivere bene non bisogna essere eccessivamente contemporanei."

      Elimina
  10. Io ero rimasto agli asterischi.
    Va be', è la sinistra che si rinnova.

    RispondiElimina
  11. Tempo fa c'erano gli organi di controllo che censuravano ciò che non piaceva al regime. Il regime cadde e arrivò la libertà di parola.

    Oggi è nata la necessità che la parola libera sia certificata, perchè c'è il rischio di scrivere cose non gradite, ma soprattutto di leggerle e di diffonderle liberamente. I censori sono già stati nominati, noi possiamo solo m@nd@rli a c@ag@r@.

    RispondiElimina
  12. "Car@"? Non lo avevo mai visto prima. Triste. Eppure è tutto già scritto in "La poesia della tradizione".

    http://www.ariannaeditrice.it/articolo.php?id_articolo=20772

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...vidi le vostre teste piene di dolore
      dove vorticava un’idea confusa, un’assoluta certezza,
      una presunzione di eroi destinati a non morire


      Grazie.

      (Seppure - da me nano a un gigante - seppure - non capisco come potesse andare a usare i ragazzini alla stazione. Dico, usare ragazzini poveri, che non hanno altro che il proprio corpo, e tu glielo compri. Fantine.)

      Elimina
    2. Grazie Fausto per la segnalazione. Non conoscevo questa poesia. Letta in questo periodo storico dà i brividi di stupore per la (conferma della) lungimiranza profetica dell'autore.

      Elimina
  13. @l s@ss@sm@ d@ll@ v@c@l@.

    Favoloso, uno dei più bei post mai letti su questo blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In un colpo solo ridere a crepapelle e capire come possano esistere lingue senza vocali...

      Elimina
    2. Senza vocali nella scrittura, intendevo...

      Elimina
    3. Anche perchè la pronuncia sarebbe uno scioglilingua!
      Spero si stia toccando il fondo del successo della propaganda blabbumanista, perchè se si dovesse scendere ancor più a fondo, comincerei veramente a credere che Kant avrebbe dovuto interrogarsi sul limite della citrullagine, più che della ragione!

      Elimina
  14. Adorano ogni idolo del momento. La chiocciola li ha folgorati. Nulla esisteva prima.

    RispondiElimina
  15. a me non è mai capitato
    aborro i "politici"
    ma mi è capitato ricevere un "cara" da parte di sepolcri imbiancati che appestano il globo
    e sono a un tiro di sguardo
    i poveri di spirito non si meritano nulla
    neanche il disprezzo
    forse "meritano" il per dono
    ma qui siamo nella sfera dei santi
    e nessuno lo nacque o lo nacquero
    ( pochi gli "eletti)
    (che invidia, buona, beninteso :)
    guardi le lascio questo dolore che mi ha abitata
    questa pena cosmica che mi stava annientando
    ora sono nella gioia
    e piena di gratitudine nei confronti delle anime
    che hanno il coraggio di con dividere
    la loro sofferenza
    così identica alla mia

    abbracci di forza e coraggio

    la funambola

    https://www.youtube.com/watch?v=ah5kLkAt7gQ

    RispondiElimina
  16. Oli mortam accidivi filii de nam ignota!
    Se è difficile questo post... devo ricomnciare da lebbasi.

    RispondiElimina
  17. Con l'imposizione della teoria gender risulterà difficile organizzare le gare sportive.
    Oltre alle tradizionali categorie maschile e femminile bisognerà decidere quante e quali categorie saranno ammesse tra i due estremi.
    Già vedo vari president@ discettare se sarà sufficiente aggiungere le categorie 25/75, 50/50, 75/25, o se risulterà più opportuno aumentare le sfumature di grigio.
    Ci saranno anche i controlli anti-gender, per evitare che gli atleti fingano un altro gender per evitare di affrontare un avversari@ più fort@.
    La Russia sarà infine esclusa da tutte le competizioni perché contraria alla teoria gender e perche' tutti i suoi atleti sono per definizione dopati.

    RispondiElimina
  18. OT
    qualcosa scricchiola?
    la Corte Costituzionale nella sentenza n. 275 del 16.12.2016 ha stabilito
    "E' la garanzia dei diritti incomprimibili ad incidere sul bilancio, e non l'equilibrio di questo a condizionarne la doverosa erogazione".
    https://report-age.com/2016/12/17/consulta-boccia-regione-trasporto-disabili-da-garantire-a-prescindere-dalle-disponibilita-finanziarie/
    Anche se la strada è ancora lunghissima ... il principio affermato dalla Consulta è di una importanza straordinaria, sul piano politico, economico, sociale, del rapporto tra la costituzione e (tutte) le (altre) fonti normative ..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio per questo andava riformata.

      Elimina
  19. OT:
    Nel caso non fosse ancora stato detto:
    Ma ora che nell'ipotesi di rinnovo del CCNL Federmeccanica è previsto l'adeguamento dei minimi retributivi all'inflazione, 'sti sindacati come la mettono con "se usciamo dall'euro l'inflazione salairà alle stelle e ne patiranno vedove ed lavoratori?"?!

    http://www.fiom-cgil.it/web/attachments/article/3837/16_11_26-sintesiCCNL-DEFINITIVA.pdf

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.