MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

giovedì 23 ottobre 2014

Appello di un economista

Al presidente della repubblica di Vanuatu



Gentile presidente,

Ci aspettiamo che il governo della Repubblica di Vanuatu capisca la gravità del momento e non si accontenti di negoziare deroghe, ma proponga con forza un momento di verità chiedendo la convocazione di una conferenza per una nuova dietologia in Oceania. I temi fondamentali di discussione su cui costruire un nuovo accordo dovrebbero essere i seguenti:

1) la stesura di un libro nel quale civilmente confuto (insomma, quasi civilmente...) gli argomenti di alcuni miei colleghi mi ha causato un sovrappeso di circa sei chili;

2) è assolutamente indispensabile, per il mio benessere, di io me economista italiano "de sinistra", che io trovi meno cibo in giro per casa e che io me (ego) abbia più tempo libero a disposizione e possa pensare ad altro;

3) il suo governo deve pertanto convocare una nuova Bretton Chi? in Oceania articolando il dibattito su due assi portanti, indispensabili per risolvere il problema della mia eccedenza alimentare:

3.a) i paesi dell'Oceania devono lanciare un massiccio piano di acquisto di formaggi e salumi italiani e francesi, tale da assorbirne l'eccedenza, alzandone il prezzo a un punto tale che io non possa permettermeli finché l'editore non mi pagherà (cioè, come da prassi, mai);

3.b) per contemperare questa misura, i paesi dell'Oceania dovrebbero imporre ai propri cittadini una Cholesterine tax in misura pari a 1 centesimo di dollaro per grammo di colesterolo assunto.

4) il gettito della Cholesterine tax andrebbe utilizzato per armare un cutter che dovrebbe essere messo a mia completa disposizione, con un equipaggio di due marinai, nel porto di Port Vila, a partire dal mese di marzo 2015 (perché prima io me ho le sedute di laurea, quindi fate con comodo).

5) i governi dell'Oceania dovrebbero adottare un nuovo progetto di unione monetaria basato sul Bagnai standard, in virtù del quale la moneta stampata con la mia stampante inkjet sia accettata con potere liberatorio immediato da qualsiasi mia obbligazione mentre giro per i vari arcipelaghi facendo il cazzo che mi pare.

6) in subordine, il governo di Vanuatu dovrebbe provvedermi di una adeguata scorta di cartucce di inchiostro verde.

Sono certo che, conscio della gravità del momento, lei leggerà e comprenderà questo appello, che è scritto in italiano perché l'ho scritto io me, anche se non lo traduco in inglese o in bislama, e darà pronta e completa attuazione al suo dispositivo, riuscendo nel compito di costruire e indirizzare un consenso politico fra i 22 stati sovrani dell'Oceania. Dell'Australia non si dia troppo cruccio: sono sicuro che la ascolterà, esattamente come la Germania ascolta Renzi, e come gli Usa hanno ascoltato Zhou Xiaochuan (uno de' passaggio, che infatti poi ha deciso di fargli il culo e forse ci riesce).

Comunque, nel dubbio, io vado in palestra, ma lei si dia da fare, mi raccomando: il mio sovrappeso è un problema di importanza globale, anzi, galattica. Mi auguro che lei voglia passare alla SStoria risolvendolo.







(sì, lo so, è lievemente più assurdo, però è più probabile che venga ascoltato, e comunque fa meno ridere... )

(dice: dovresti fare una confutazione seria, sarebbe più professionale! No, amici, dall'appello dei trecientoquaranta in poi io mi chiamo fuori: la mia professione da ieri è lo scrittore, quindi questa confutazione è abbastanza professionale. Ci hanno lasciato solo l'intelligenza, l'ironia e le mutande, e queste ultime stanno per togliercele. Quindi non vedo cosa altro potrei fare...)







117 commenti:

  1. Sono letteralmente allibito dal testo dell'appello, dalla sua inutilità programmatica, dall'evidente funzione di deviazione dell'attenzione pubblica che manifesta chiaramente. Sono anche allibito dall'assenza assoluta di riflessione storica e politica sull'unione monetaria: lo devo spiegare io, già modesto associato di Storia Greca in un Ateneo di periferia, ora in pensione, a 340 ragguardevoli esponenti del pensiero economico (?) italiano che cosa è davvero l'euro e che funzione storica svolge? Ma ci sarà un limite all'insulto all'intelligenza oppure no? Fino a oggi mi sono sempre controllato, per quanto potevo almeno: ho cercato di non esagerare mai troppo con i toni e con le espressioni colorite o equivoche. Ma francamente a tutto c'è un limite. Ecco, questi "intellettuali" è come se andassero da Himmler, per chiedergli, col tono composto e compassato che si deve alle personalità di rango, di essere un po' più gentile con gli Ebrei. Lo so, lo so, che la similitudine è infelice, ma forse nell'infelicità generale una similitudine forse più infelice potrà spezzare questa catena di assurdità storiche e politiche (e solo conseguentemente economiche)? Non pubblicarlo, Alberto. Essenzialmente è uno sfogo. Comunque riferisci ai tuoi colleghi che mi dicono che alla Deutsche Bank consigliano ormai i mutui a tasso fisso, perché danno per molto probabile per la primavera prossima il default dell'Italia. Sai, non vorrei che fosse sfuggito a qualche economista e lo sapesse uno storico greco in pensione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece lo pubblico, e se vuoi tu lo cancelli. Quello che desidero capiate è che con Boldrin, Bisin, Zingales, Lippi, perfino Tabellini (Boeri no, è troppo!) si può parlare. Con questi no. È sufficientemente chiaro il perché? Comunque, seguirà disegnino. Mi vergogno per loro.

      Elimina
    2. Ma se il mutuo a tasso variabile ha come sottostante l'euribor e l'Italia fa default cosa dovrebbe cambiare? l'euribor, da quanto ne so, e' la media dei tassi di interesse applicati dalle banche nella zona euro. Il tasso variabile mica e'ancorato al cambio lira-euro.
      Qua in Olanda quei cazzoni della AMRO Bank, una delle principali del paese, mica concedono piu' i mutui a tasso variabile per l'acquisto della prima casa. Li concedono solo a tasso fisso. E non certo per paura di default dei Paesi Bassi.

      Elimina
    3. Dice l'appello nel suo incipit: "​Ci aspettiamo che il governo italiano capisca la gravità del momento e non si accontenti di negoziare deroghe, ma proponga con forza UN MOMENTO DI VERITA' ".

      Il "momento della verità" per antonomasia è la fase finale della corrida: quando il matador deve uccidere il toro.

      Domanda: chi è il matador? chi è il toro?

      Elimina
  2. "i paesi dell'Oceania devono lanciare un massiccio piano di acquisto di formaggi e salumi italiani e francesi, tale da assorbirne l'eccedenza, alzandone il prezzo a un punto tale che io non possa permettermeli finché l'editore non mi pagherà (cioè, come da prassi, mai);" #straDaR!

    Tenetevi quel cazzaro di Crozza: qui si fa la satira, che non è morta, ha solo cambiato domicilio; non tollerava più quell'orribile condominio che è la TV generalista.

    p.s. Diffido di chi ride alle batutte di Crozza. Sì, è un mio pregiudizio, e ne vado fiero.

    RispondiElimina
  3. Vanuatu is the future!

    "Despite the introduction of European ideas, the disastrous effects of missionaries (...)".

    (Alessandra da Firenze...Aiutoooooooooooooooooooo, la Leopolda5!)

    RispondiElimina
  4. Il suo appello è molto più realistico del loro e credo possa essere a breve ascoltato.

    Celso, la metafora usata è forte ma azzeccatissima, mi associo al tuo profondo disgusto in questa gente.
    La cosa incredibile è che su Twitter hanno chiesto a Becchetti: e se ci dicono di no, come è scontato sia?
    La sua risposta è stata che allora si dovrà disgregare l'euro.

    Ora, a parte il fatto che Bagnai è avanti anni luce da sto pseudo intellettuale dei miei stivali, è evidente che ci sia anche malafede.
    Sui media tradizionali perché allora non parlano chiaramente spiegando alla ggente come realmente stanno le cose?
    Un appello come quello, dopo il famigerato referendum contro l'austerità è una vera e propria porcheria inutile (per il dibattito serio ma utile alla propaganda del: è colpa della Germania) e dannosa.
    È un pò come fare un appello ai leoni per non fargli cacciare i cuccioli di antilope, diventate vegani vi prego.
    Comunque poco male, è solo l'ennesima goccia di pipì dentro al letamaio, il diluvio ripulirà tutto molto presto. DAR

    RispondiElimina
  5. Bellissimo ... grazie Prof., mi ha fatto iniziare con il sorriso una giornata che altrimenti sarebbe stata terribilmente uggiosa.

    RispondiElimina
  6. E' penoso, non tanto per l' inutile vacuità di idee sotto il profilo teorico e dei risultati pratici attesi, esposte nell' appello ma quanto per la distanza dalle sofferenze e dalle morti di cittadini ed imprenditori perpetuando ancora e colpevolmente il declino; ancor peggio di quanto fa da tempo uno come Squinzi che almeno ha la giustificazione di non essere economista e di avere dei pessimi suggeritori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cosa sconcertante è lo scollamento totale dalla realtà: questi ancora parlano di "cittadini europei" come se esistessero davvero, mentre DA SEMPRE (e per ovvia necessità) i politici delle nazioni europee fanno (e faranno) riferimento SOLO ai propri concittadini (e non necessariamente per tutelarne gli interessi, questo dovrebbe essere ovvio). Siamo oltre il Fogno, queste sono allucinazioni collettive, che sia colpa delle scie chimiche?

      Elimina
    2. Squinzi non ha giustificazioni di sorta! Fa (e dice) semplicemente quello che gli conviene...(in effetti è proprio questa la sua giustificazione).

      Elimina
    3. Caro Alberto, il mio commento era esclusivamente un attacco a Squinzi (ci sta sempre bene!), non una risposta (tanto meno una polemica) alla tua analisi!
      Mauro.

      Elimina
    4. Magari il PIl di Squinzi cala sul serio del 30%, in caso di uscita dall'euro.

      Elimina
  7. Un appello senza futuro pubblicato su "Avvenire", autoironia?
    Da segnalare solo per un'aggiunta al Dizionario: "innovazione organizzativa del lavoro" = riduzione dei salari e dei diritti dei lavoratori.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Porter, mi aggancio al tuo commento per riproporre l'idea di un glossario che sveli il significato delle espressioni giornalistiche nella loro realtà.
      Fino ad ora è stato compilato quello che spiega (specialmente ai nuovi arrivati) come interpretare le espressioni usate su goofy ma credo che anche un glossario per un'autodifesa dalla "neolingua" sia utile.

      Fare i compiti a casa = strangolare la propria capacità di competere sul mercato Europeo per svendere tutto ai paesi del centro

      Aumentare la competitività = ridurre i salari

      Flessibilità = rendere ancora più grande "l'esercito di riserva" (cit.) dei lavoratori

      "innovazione organizzativa del lavoro" = riduzione dei salari e dei diritti dei lavoratori.

      Elimina
    2. ottimo.mi permetto di suggerire una di quelle che più mi fa imbestialire ogni volta che la sento : rendite = risparmi

      Elimina
    3. Ottimo e puntuale glossario Manzut, grazie mille!

      Elimina
    4. Grazie Albertino,
      rilancio con:
      attirare capitali esteri = contrarre debito estero aggravando la bilancia dei pagamenti

      altri contributi ?

      Elimina
  8. Io preferisco pulirmi il culo nel bagno di casa mia all'accedere ad un megacesso di condominio in base ai millesimi di proprietà e alle decisioni dell'assemblea.
    Ho afferrato il concetto dell'appello?

    RispondiElimina
  9. Sono francamente indeciso tra il commento ironico e la citazione. Gliele lascio entrambe, professore, con relativa scelta:
    1- "Cazzo, Alberto, ma sei scorretto! Lo sapevi bene che stavo per lanciarlo io l'appello "per la diffusione capillare del Tucano come elemento aggregante della geriatria verginale", e mi bruci sul tempo! Non si fa, non si fa..."
    2 - Quella gente che fa, lucrando sopra il sacro,
    della virtù un mestiere, della fede un mercato,
    e cerca di comprarsi e nome e dignità
    con occhiate bugiarde, calcoli di bontà.
    Tutti questi, vi dico, che ci vediamo intorno
    far carriera e fortuna con le scale del Cielo,
    questi pieni di zelo che mangiano e che pregano,
    e gridano al convento nei salotti di corte,
    e del bene e del male sanno fare un elastico,
    questi sono i più furbi, duri, vendicativi...
    (Molière, Tartufo - trad. C. Garboli)

    sic

    RispondiElimina
  10. Scusi Prof. ma tra i 6 punti non ho letto nessun piano PADRE (o FIGLIO o SPIRITO SANTO, come preferisce), mi sembra una grave mancanza....
    Inoltre noto con disappunto che ha sottovalutato il grave problema delle doppie punte, che a ME MI sta molto a cuore!!

    RispondiElimina
  11. Beh, faccio presente che la proposta Bretton Food (punto 3.a) "massiccio piano di acquisto di formaggi e salumi italiani e francesi"), produrrebbe una significativa eccedenza di tali prodotti sul mercato locale, e conseguentemente una loro vendita sottocosto. Pertanto a prescindere dalle considerazioni legate alla contestuale introduzione del "Bagnai standard" qualche malpensante (tipo me) potrebbe sospettare il subdolo e inconfessato intento non solo di godersi una (necessaria e meritata) vancanza, ma anche quello di ritrovare in loco abbondante disponibilità dei diletti prodotti nostrani. Date le circostanze, riscontrato che, con ogni evidenza, la proposta pare favorire una ristrettissima cerchia di individui più che non la collettività dell'isola, si può comunque ipotizzare che l'accoglimento dell'appello possa implicare un qualche vantaggio, anche significativo, per quanto concerne la bilancia commerciale nazionale, mentre si ritiene nel modo più assoluto NON condivisibile l'ottimismo "montiano" manifestato nei confronti degli equilibri della bilancia pesapersone.

    RispondiElimina
  12. Spero lo abbiano scritto su carta molto molto ruvida.

    RispondiElimina
  13. Martedì monti a ballaró ha detto che l'italia è il paese che più ci perderebbe ad uscire dall'euro... Ma lì nessuno si è accorto della satira! Monti comico incompreso!

    RispondiElimina
  14. Fermi tutti. C'è un errore.
    Non sono 340 economisti sono le 340 firme raccolte sul "referendum contro l'austerità".
    Erano 341 ma il portinaio di Bagnai, minacciato da Rockapasso, ha ritirato la sua.
    Ora è tutto più chiaro.

    E comunque, se volete ridere sul serio, date un'occhiata alle motivazioni dei firmatari pubblicate da Becchetti sul suo blog.
    Esilaranti!
    Al momento il ballottaggio per la migliore motivazione è tra:
    1) "Perchè mi sento, perchè vorrei essere, perchè i miei figli – per educazione e cultura – ormai lo sono di fatto, cittadino degli Stati Uniti d’Europa. Lo vorrei perchè non oso pensare all’alternativa …"
    2) "Professore ordinario di politica economica, Università del Piemonte Orientale"
    3) "Per riavere la sovranità monetaria." (???????????)

    Salvatevi la pagina non credo o almeno spero, perchè lo trovo imbarazzante per loro, che resterà online così ancora a lungo... :-)
    E che il Daje a ride' sia con voi! #DAR

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma siamo sicuri che non si tratti di un gruppo psicodinamico? Ricordo che ai miei tempi andavano molto

      Elimina
    2. @Celso
      Ma non erano i "gruppi di autocoscienza", prevalenti fra le femministe, ma non solo?
      O forse sono solo un tantino più attempato.

      Elimina
    3. @Celso
      @Frank

      Potrei suggerire anche AA (no, non la pila, anche se, a ben pensarci, si potrebbero fare grandi cose...con le pile).

      (Alessandra da Firenze. Tra poco apre il garage rasta con Leo-Poldo da Rignano. Argh!)

      Elimina
    4. @Frank
      Potrebbe essere, Frank, ma non vorrei che ormai a distanza di anni cin confondessimo con i "gruppi di autocoscienza"; mah, lasciamo tutto nell'indeterminatezza di un ricordo annebbiato.

      @alessandra da Firenze
      E non dimenticare di dire che stanno allestendo un piccolo palazzo Chigi alle spalle della Leopolda; sai, sono quelle manifestazioni di potenza tipiche dell'impotenza

      Elimina
  15. I Vanuatunensi hanno ricevuto l'appello.
    Notare l'espressione del Re al centro della foto dopo aver letto sia gli appellisti che l'appello di Bagnai.
    La popolazione si è attivata immediatamente approntando immediatamente l'impalcatura di bungy jumping da cui far saltare i 340oni.
    Daje a ride!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Me state a ffa' taja', in palestra mi guardano come un pazzo. Comunque chiedo al Pigorini se mi prestano un astuccio penico per partecipare al prossimo seminario piddino di lunedì 27.

      Elimina
    2. I Vanuatunensi saranno felicissimi di mandarle una partita di astucci penici usati aggratis.Poi tanto fanno sta fine!.
      E riDaje a Ride.

      Elimina
    3. «l'impalcatura di bungy jumping da cui far saltare i 340oni.»

      però non li leghiamo per i piedi, mi spiego?
      troppo comodo...

      Elimina
  16. Mi pare un'operazione che permettera` ai firmatari, nel momento in cui l'appello fallira` miseramente, di dire "noi l'avevamo detto!" - o no?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma noi glielo faremo dire. E gli offriremo anche una sigaretta. Poi smetteranno di fumare, perché fa male.

      Elimina
    2. No, firmeranno un appello per chiedere la produzione di sigarette con tabacco biologico

      Elimina
    3. Ma per fumare devi respirare. È una condizione necessaria ma non sufficiente. Vero è che molti di loro questa differenza non la capiscono.

      Elimina
    4. Alberto Bagnai 23 ottobre 2014 13:11

      E no pressò, per li appellisti dell'Avvenire l'unica condizione necessaria e sufficiente per fumare è il freddo, aò tze tze...

      Elimina
  17. Concordo con il prof. sul cambio di professione.
    In effetti gli scrittori sono molto più ascoltati degli economisti seri, vengono invitati in tivvi, fanno molti più autografi ed hanno sempre quell'aria un pò intellutualoide e figa che li fa ritenere custodi della conoscenza universale, per questo motivo vengono spesso intervistati per esprimere il loro parere sulla qualunque ma anche in serissime trasmissioni sul sesso degli angeli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gli scrittori più ascoltati sono quelli meno letti e, se letti, quelli meno capiti, altrimenti non sarebbero ascoltati!

      Elimina
  18. Ieri è morto uno che mi pare abbia inteso e interpretato il ruolo del giornalista (e dei media) in un certo modo.

    Oggi leggendo l'appello pubblicato su l'Avvenire (forse per costruirgli attorno una aura di sacro) mi domando se avremo sufficiente tempo per una riflessione sul ruolo dei media nella deriva €urocratica.

    Viene reso pubblico ogni tipo di spurgo di fogna.

    RispondiElimina
  19. He, 10 Kg mi sembrano un po' troppi!

    Ha voglia di far flessioni!
    È come avere uno zaino"incorporato"!
    Io invece son passata dalla 42 alla 44 in una stagione con tavolette intere di cioccolato fondente e brioche. E corro dalla mattina alla sera senza risultati!
    Ma in alternativa, per fare qualcos' altro, io proporrei un viaggetto segreto ai Caraibi, spiagge bianchissime e deserte, giusto un altro modo per prendere un po' le distanze da tutta questa robbba qui ... ... .
    Parla tanto di tornare ad una vita normale ... dico: almeno per qualche giorno!

    Allora, che ne pennnzZA?
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io penZo che non vi dovete sbattere più di tanto: anni di dura lotta con il lieve strato adiposo che mi riveste, mi hanno fatto comprendere con assoluta certezza che la sola cosa che fa davvero dimagrire è la felicità!
      Quindi... :-/

      Elimina
  20. Un momento, un momento.
    Vuoi vedere che fino ad ora non sono state fatte politiche macroeconomiche lungimiranti in UE perchè nessuno le ha mai chieste esplicitamente?
    L'appello è stato firmato da 340 personaggi autorevoli (non so chi sono, ma mi fido),
    non può rimanere senza risposta.
    Qualcuno gliela darà (si cercano volontari).
    E se poi l'appello non otterrà il risultato voluto pazienza, avremo comunque 340 beati in più.

    RispondiElimina
  21. 2.12 sui 500 metri è una media adatta a mia nonna...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, ma provi lei a correre con un astuccio in osso di 40 centimetri fra le gambe!

      Elimina
  22. Esco dall'ombra per segnalare una registrazione (oltre che per andare, forse, fuori tema) di Girolamo Diamante in cui espone la sua solita tiritera sul perché le civiltà collassano.
    Indipendentemente da quanto la situazione dell'Italia sia descritta dal modello esposto, ho trovato interessanti due punti in particolare.

    1)L'oratore racconta di come i suoi studenti non riescano a spiegarsi perché delle civiltà avanzate smettano di prevedere disastri sotto gli occhi di tutti.
    Per lui questo avviene perché la prevenzione di quelle catastrofi è in conflitto con l'interesse a breve termine delle "decision-making elites". La situazione peggiora ulteriormente quando la suddetta classe sociale riesce a isolarsi dalle ricadute delle sue scelte.
    Direi che combacia perfettamente con l'analisi esposta in quest'angolo di web sul perché l'allegra banda del giornalismo (et al.) si rifiuti di vedere l'ovvio (il cane a volte abbaia anche se il padrone non vuole, il giornalista mai, ecc.).

    2)Tra le condizioni necessarie a causare un disastro, viene citato il deterioramento dei fattori di politica economica (sic), sociali, culturali, che normalmente consentono di percepire e risolvere i problemi che l'ambiente (in senso lato) pone.
    Questo è importante per noi perché dovrebbe darci speranza. La richiesta di consonanza lanciata da questo blog, e la risposta che ha ottenuto, sono la dimostrazione lampante che il nostro Paese è ancora vivo (e lotta insieme a noi), l'encefalogramma non è piatto, quei "fattori" non sono deteriorati come si vuole credere (come già notato dal padrone di casa oltretutto, ma la madre dei pessimisti è sempre incinta). È molto più sconfortante la situazione di molti nostri vicini, ricordo quando l'anno scorso Montero Soler (mi pare) disse che in Spagna non era riuscito ad avviare un discorso simile (o almeno non con la stessa efficacia del prof.).

    Ci vediamo a Pescara!

    RispondiElimina
  23. Un'aggiunta all'appello dettata dalla cronaca (per la serie "ipaesiseridelnordeuropacherispettanoleregolemicacomenoi":

    3a bis) i paesi dell'Oceania devono lanciare un massiccio piano di acquisto di carne di porco tedesca e olandese di contrabbando respinta alla frontiera russa, tale da assorbire la produzione e sostenerne il prezzo, per evitare che allevatori bavaresi e frisoni si incazzino troppo con i rispettivi governi;

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Meglio soli o ben accompagnati? Di la verità, bricconcello di porter, il panzone ti ha indotto il transfert suidico!

      Elimina
  24. Non solo l'aumento tassazione sui risultati di gestione dei fondi pensione di cui abbiamo discusso QUI, ma nella Legge di Stabilità sono contenute una serie di norme, talune anche assai inquietanti, che, oltre a confermare lo stato di aggressione fiscale perpetrato dal governo facendo carta straccia dei diritti dei contribuenti e dei risparmiatori, tendono ad ingannare l'opinione pubblica, che negli osceni dibattiti televisivi sente parlare di tagli di tasse che in realtà non ci sono.

    E' il caso, ad esempio, delle deduzioni del costo del lavoro che avranno effetto dal 2015, e che quindi si rifletteranno nella dichiarazione Irap del 2016. Il cui minor gettito derivante da una base imponibile più ristretta, verrà recuperato dall'aumento al 3,9% dell'aliquota Irap, che però avrà effetto retroattivo dal 01/1/2014. Così come avrà affetto retroattivo (dall'1 gennaio 2014) anche l'aumento della tassazione del risultato di gestione dei fondi pensione, che passa dall'11.5% al 20%. Il tutto, in barba allo statuto dei contribuenti che vieta tali pratiche.

    Se le misure inserite nella Legge di Stabilità dovessero essere confermate, dal primo gennaio 2015 verrà introdotta la tassazione al 26% anche sulle plusvalenze delle polizze vita incassate dagli eredi dell'assicurato che finora erano esentati. Quindi, contrariamente a quanto scritto sui contratti, i beneficiari pagheranno le tasse sui guadagni maturati dalla sottoscrizione del contratto fino al momento della morte dell'assicurato, demolendo la finalità principale di questi prodotti che era quella di offrire tutela agli eredi.

    C'è poi lo spauracchio della clausola di salvaguardia, pronta a scattare se la fragilità dei conti pubblici dovesse richiederlo. In pratica, per offrire adeguate garanzie a Bruxelles, il testo della Legge di Stabilità ha messo nero su bianco un aumento dell'aliquota Iva agevolata del 10% di 2 punti percentuali nel 2016 e poi di un altro punto (13%) nel 2017. Mentre l'attuale aliquota ordinaria del 22% salirebbe al 24% nel 2016, al 25% nel 2017 e addirittura al 25,5% nel 2018.

    RispondiElimina
  25. Sulla lettera dei 340 spartani disposti ad immolarsi per difendere l'Europa (senza pa), sottolineerei innanzi tutto il linguaggio assurdo, politico-giornalistico e per niente affatto professionale del messaggio. Non c'è un numero, ma solo frasi desolanti del tipo: "Un ruolo molto più attivo della Bce" (E cioè? Devono comprare titoli di stato? Stampare denaro? Mah, forse questi euronomisti hanno difficoltà a spiegarsi in modo chiaro?), oppure "Liberando di fatto importanti risorse", "producendo un formidabile stimolo" (ma che è? Fare una stima no? In 340, non uno che sappia fare un calcolo?).
    Poi ci sono delle deliziose lapalissianerie del tipo: "È inutile costruire un’unione monetaria se non si sfrutta e capitalizza appieno il potere della sua banca centrale". Ora, se fossi un professore di economia sarei d'accordo, ma mi vergognerei a firmare una roba del genere.. o no?
    E poi, infine, le grandi proposte: "Da questo punto di vista si dovrebbero seriamente discutere progetti come il piano PADRE.." Ecco un profondo contenuto tecnico. Ma badate bene, gli economisti non suggeriscono di attuare il piano PADRE, suggeriscono di "discuterlo seriamente". Ma non se lo potevano discutere tra di loro, e poi presentare una proposta strutturata?
    e poi ancora: "potrebbero essere avviati in via sperimentale su porzioni più piccole dei debiti pubblici per verificarne gli effetti." Del tipo, ma assa' mai sia una gran ca...ata (per i puntini potete scegleire tra zz o g).
    E poi, dopo aver spiegato come salvare il pianeta: "A fronte di questi vantaggi macroeconomici i paesi membri devono essere posti nelle condizioni di poter realizzare riforme di struttura sui principali assi di modernizzazione delle loro economie" un'altra frase che non significa nulla "vantaggi macroeconomici? Chessò, in italiano SOLDI?" Allè evvai! Riforme strutturali e ripartiamo con le frasi fatte tipo "infrastrutture digitali".
    Non riduciamo i disoccupati, ma: "protezione sociale per coloro che sono esclusi dal lavoro" e "un sussidio europeo di disoccupazione", e siccome il lavoro che non c'è non è un diritto, ma un dovere: "sospensione in caso di non accettazione di posto di lavoro" (Il mio sospetto è che il piano sia questo. 1. Giovani disoccupati per blocco turn over, prolungamneto età pensionistica, etc.. 2. Sussidiati gratis per un po' 3. Offerta di lavoro: "vuoi entrare nell'esercito?" 4. Guerra).
    E poi si continua: "contrasto alle disuguaglianze economiche e sociali divenute insostenibili". Ma possibile che a nessuno dei 340 feni venga in mente di chiedersi come mai le disuguaglianze sono divenute insostenibili, che è, l'assunzione di inevitabile dato di fatto? Ma chi sono i firmatari di questa munnezza?
    E poi ancora:
    "forchette eccessive nelle aliquote nazionali sulle imprese che producono elusione fiscale ed spostamento dei profitti" Avete capito, è colpa delle forchette se le povere multinazionali sono loro malgrado costrette all'elusione...
    "Paradisi fiscali interni all’unione non potranno essere più tollerati"
    Si, saranno tollerati solo quelli esteri...
    "le pratiche più aggressive andranno considerate alla stregua di aiuti di stato"
    "Aiuto di stato", ovviamente è sinomimo di "attentato terroristico"
    Insomma, più europa. Come dire che se hai fatto indigestione di frittelle per curarti devi seguire una dieta a base di frittelle.
    Complimenti ai 340 euroi.
    Scusatemi, però, a questo giro sto coi persiani.

    RispondiElimina
  26. Gentile "un economista",
    in relazione all'appello da lei pubblicato ci preme comunicarle quanto segue

    1. la ringraziamo per le osservazioni;
    2. le faremo senz'altro sapere;
    3. chiamiamo noi.

    PS: la prossima volta si ricordi di firmare (si fa presto a dire "un economista"...)

    Cordialmente
    Il presidente di turno della repubblica di Vanuatu

    RispondiElimina
  27. Lì, davanti, qualcun si allena al buopillonzi in ginocchioni. Si porta avanti.

    (Alessandra da Firenze. Ancora, mala tempora currunt)

    RispondiElimina
  28. Salve Prof. io mi sto già organizzando per la fase senza mutande.... sono indeciso tra le Antille Francesi e l' Australia.... urge consiglio....;)
    http://www.panorama.it/societa/le-10-spiagge-nudiste-piu-belle-del-mondo/#gallery-0=slide-10

    RispondiElimina
  29. Questo dei 350 mi ha fatto tornare in mentre un certo altro appello del 5 agosto 1938. Oh! Intendiamoci, nulla di veramente paragonabile ma é il metodo che odora di ancien régime...

    RispondiElimina
  30. https://m.youtube.com/watch?v=P95a_K8fLxs
    Intervista di Foa al prof.

    RispondiElimina
  31. Egregio Prof. Bagnai,

    IO me medesimo Ministro dell' Economica del presente Presidente del Vanuatu , seguendo il seguito di ciò da Lei richiesto , di cui esso al punto 5 , mi sfregio di inviarLe <a href="http://ccd-exp.blogspot.it/2014/10/1-dar.html”>questo allegato</a> , dove Ella medesimo potrà trovare quello detto del punto 5 per la sua fedele inkjet.

    Cordialmente cordiale,

    Me Ministro dell' Ecomonica

    RispondiElimina
  32. Preferivo Monti a certi "econonisti", almeno te lo diceca in faccia che ti distruggeva.

    RispondiElimina
  33. Elogio all' ipocrisia.
    Lo so Prof. che ce lo hai descritto anni fa, ma non pensavo che viverlo consapevomente facesse così male.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Elogio all' ipocrisia part.2
      Sempre grazie a Gattopardo Serpetti che ci illumina su twitter.

      Elimina
    2. La vergogna che non conosceranno mai...

      Elimina
  34. Io mi sento come il tipico ispettore di polizia di New York: dopo aver visto 100 cadaveri intenzionalmente martoriati, la vista del 101esimo non mi fa più effetto.

    RispondiElimina
  35. prof, ricorda la mia amica che mi ospita?
    nonostante 3 mesi di stop ha chiuso un 800 metri in 2'14".. oggi ripresa allenamenti e un 500 m finale (dopo 4x1000 e un altro 500) in 1'57"...
    Ma lei è della concorrenza! ahahahahha

    RispondiElimina
  36. Anche questo succede a Vanuatu.
    Ha detto la ministra Boschi (di Vanuatu) che Fassina non andrà alla Leopolda (di Vanuatu) perché ha promesso ai bambini di portarli allo zoo (di Vanuatu) domenica mattina.
    Però sbaglia il Fassina a non portare i bambini alla Leopolda, perché lì avrebbero visto i veri animali all'opera, e non quelli mogi e tristi dietro le sbarre.
    Cmq il problema non è la Boschi o i bambini, ma, come al solito, Fassina.

    RispondiElimina
  37. ҉ Repubblica Vanuatu

    Gentile Professore
    Sarà senz’altro sorpreso che rispondo al suo appello , anche se in verità il mio addetto alle pubbliche relazioni lo sconsiglia ritenendo il suo scritto un arguta facezia .
    Ma è un punto d’onore per me Leopardo Serpetti mantenere contatti con i miei beneamati cittadini ,nonchè potenziali votanti, per la conduzione ottimale della nostra Repubblica , anchese pur piccola ( solo 3400 anime dall’ultimo censimento ) ; ma piccolo è bello, e sono sicuro di trovare la sua approvazione su questo mio convincimento .
    Caro cittadino Bignami , ( anche se non si è firmato io l’ho riconosciuto dal suo stile caustico ed irridente ) purtroppo non posso venire incontro ai suoi desiderata ,che onestamente e con molto rispetto trovo assurdi e complicati . Non è per caso ,mi scusi sa , un po’ disadattato ? Soffre magari di ‘’ gaddinite ? ‘’
    La soluzione al suo sovrappeso è di una semplicità elementare : smetta di scrivere libri perbacco e vedrà che come d’incanto avrà molto tempo per sé e perla sua famiglia ( in questa micro- repubblica già si vocifera che sta trascurando la sua piccola Uga , e questo non è buono, a cui noi tutti vogliamo un gran bene ) .
    Coltivi il suo spirito artistico, invece di scrivere libri che fomentano dibattiti e litigi nella sua professione , e quel che peggio fra i nostri connazionali, turbando gravemente lo spirito di servilismo del nostro popolo .
    Si ho detto servilismo, nel senso buono del termine ,cioè di dedizione al benessere della nostra Repubblica .
    Quindi suoni e canti ,anche perché cantando e suonando non si può mangiare , e vedrà così diminuire il suo girovita .
    La palestra è ottima cosa , soprattutto perché mette in circolazione denaro , pensi in po’ se andiamo tutti a correre nei giardinetti , il pil si ammoscia , e si ammoscia pure qualche altra cosa .
    Per quanto concerne i salumi , anche se l’appartenenza ai piigs è fonte di alta garanzia, se la scordi perché non voglio mettere questa odiosa tassa la cholosterine sul groppone dei miei amati cittadini .
    Ben altre e più nobili tasse ho in serbo per loro . Non voglio mica sputtanarmi come quello della tassa sul macinato sa?
    Riguardo all’ Oceania conosce il mio motto imperituro ‘’ me ne frego ‘’ !
    Si tranquillizzi pure sul suo sovrappeso che non ha questa importanza globale come Lei crede perché è frutto solo del suo IO ipertrofico, di cui qui a Vanuatu , siamo TUTTI a conoscenza .
    Scusi la franchezza, ma io Leopardo Serpetti, ci tengo a mettere le cose in chiaro e a mantenere buoni rapporti con i miei elettori , anzi con questa le invio anche un accorato appello su questioni molto importanti per il benessere della nostra Repubblica .
    Lo legga e soprattutto lo firmi ,perché è importante farci sentire dai nostri connazionali oltre i monti e oltre i mari .
    Saluti dal suo amato presidente : LEOPARDO SERPETTI .


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è un evidente falso. Serpetti di nome non fa Leopardo, ma Gattopardo.

      Elimina
  38. Vedo che l' economia dell' arci-pelago probabilmente, viene, ultimamente negativamente influenzata da forti e continui fenomeni tellurici.

    Ultimi terremoti

    Il 25 dicembre 2010 un forte terremoto di magnitudo 7,6 ha colpito l'isola causando uno tsunami.

    Il 29 dicembre 2010 un nuovo terremoto di magnitudo 6,8 colpisce l'isola.

    Il 21 agosto 2011 un altro terremoto di magnitudo 7,5 colpisce l'isola con pericolo tsunami.

    Il 9 marzo 2012 un ulteriore terremoto di magnitudo 7,1 colpisce l'isola.

    Il 21 ottobre 2012 un ulteriore terremoto di magnitudo 6,6 colpisce l'isola.[7]

    Il 26 luglio 2013 un ulteriore terremoto di magnitudo 6,2 colpisce l'isola con pericolo tsunami.

    Il 1 gennaio 2014 un ulteriore terremoto di magnitudo 6,6 colpisce l'isola.

    Il 7 febbraio 2014 un altro terremoto di magnitudo 6,5 colpisce l'isola.


    Potrebbe essere che questa sia la causa reale dell' atteggiamento presidenziale poco attento ai problemi di integrazione economica e di convergenza fiscale dell' UNIONE MONETARIA dell' ARCIPELAGO (UAM)? Però forse, da pessimista quale sono (ma non fui), mi pongo problemi inesistenti, non conoscendo bene la realtà edificativa locale, dato che le capanne e le palafitte adibite a residenza degli indigeni, sono costruite con rigidi criteri antisismici e in aree lontane dalla costa, soggetta ad onde anomale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Area di libero baratto con Fiji e i "pigmei" con la cerbottana delle Salomon (cit. Conan Doyle).
      Non darà mai una risposta positiva. Oltre a essere molto indietro nella battaglia con i Fijani per la competitività del suo cumino, essendo Vanuatu il paese insulare con il minore dislivello orografico, è seriamente minacciato dal riscaldamento globale e quindi da sempre abbraccia la "Dottrina Verhofstadt" sulla convergenza nei livelli di emissioni e di aumento della biodiversità nella coltivazione intensiva di banano domestico.

      Elimina
    2. Anche se l' area allargata per accordi di libero baratto, presenta ancora problemi di convergenza nelle politiche di riduzione delle emissioni di CO2 derivanti da anomali e differenziati metodi di allevamento di grandi quantità di vermi coreani iperproteici ed ipervitaminici, per incrementare, attravrso una rigorosa scelta della catena alimentare, il risultato di politiche avanzate ma nel rispetto per l' ambiente marino, per la pesca, io credo che dovranno essere comunque messe rapidamente in atto strategie che portino anche al ripopolamento ittico di specie più pregiate come Epinephelus lanceolatus, e questo nel comune interesse dei vari stati che come noto, esportano pesci morti, ma anche vivi, per alimentare il vasto mercato dell' allevamento acquariofilo.
      Certamente il problema della biodiversità del banano domestico, tipico dell' area Vanuatu, rispetto alle aree circostanti, e per le cause che citavi, relativo al suo depauperamento a causa della progressiva erosione e salinizzazione dei terreni (non è infatti indifferente l' azione degli tsunami degli ultimi anni) adibiti a tale coltivazione, sta imponendo ai nativi una forte necessità di ripopolazione attraverso colture in vaso, che saranno poi trasferite appena possibile su terreno opportunamente ricondizionato. Chiaramente queste crticità, stanno imponendo un rapido ricorso a misure di espansione monetaria della locale moneta, il Vatu; Fiji e Salomon stanno prendendo contromisure di tipo doganale, e considerano Vanuatu responsabile di turbolenze di tipo finanziario anche per il loro debito pubblico. Romano Prodi, intervistato come esperto di aree valutarie non ottimali, in prima serata, dal più importante anchorman della TBV, come noto ai primi posti mondiali nella classifica delle TV libere, ha consigliato di evitare per ora, nell' area allargata di scambio del Pacifico sud orientale, definita AEASP (Association Economic Archipelagos of the South Pacific) una valuta unica; ovviamente, data la statura internazionale del soggetto, il consiglio è stato subito trasformato in articolo di rilevanza costituzionale: più o meno recita così "La libera repubblica di Vanuatu (Ripablik blong Vanuatu) è fondata sul lavoro, sulla libertà e sulla loro imprescindibilità dalla sovranità monetaria di cui è parte integrante"

      Elimina
  39. Dall'ambasciata della repubblica di Vanuatu in Roma,
    vicolo dei Magnaccioni numero zero

    Al gentile prof. maestr. cav. comp. cazzar. romp.pl. Alberto Capeto Bagnai

    e p.c. a S.A.R. Rodelinda II

    il nostro ill.mo ac rev.mo Presidente delle Isole Ciccio Magnaturtel ha deciso di accogliere la sua cortese richiesta di cui sopra e di dare disposizioni per una sollecita attuazione del programma così come da lei proposto.

    Il presidente la invita a voler segnalare al sottoscritto due nominativi per la composizione dell'equipaggio del cutter indicato nel punto 4 del programma, scegliendoli tassativamente dall'elenco che le vado a segnalare qui di seguito:

    http://www.corriere.it/foto-gallery/moda/news/14_ottobre_22/collant-o-parigine-calze-che-passione-d8bfd840-5a09-11e4-b202-0db625c2538c.shtml

    Non appena ci avrà segnalato le sue preferenze sarà nostra cura contattare i candidati prescelti e addestrarli personalmente con una crociera di prova nel Mediterraneo fino a Marzo 2015.

    Per l'astuccio non si preoccupi, gliene faremo recapitare a Pescara, a lezione, un set intero di diverse misure e dimensioni. Trattenga pure quello che ritiene più comodo e/o di migliore impatto.

    Restiamo in attesa di un suo gentile riscontro e porgiamo

    distinti salumi

    L'ambasciatore

    conteduca Tarel Milonga Pacciaforte

    RispondiElimina
  40. Giustissimo . Ma lui si vergogna di essere solo un gatto anche se un po' pardo
    Sa le manie di grandezza dei politici ?
    In più ha una fottuta paura dei sudditi da quando un certo Friedman vuole ammazzare i gattopardi .
    Buona Serata .

    RispondiElimina
  41. Chi sono i 340 economisti ?
    Sappiamo i loro nomi ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sa che molti dei firmatari preferiscono rimanere anonimi...

      Elimina
    2. Legittimo, Stefano, per carità.
      Ma in tal caso io sono legittimato a credere che siano 34, anziché 340.
      O forse, anche, solo 3 o 4.
      Insomma, mi sembra che ci sia un po' troppo la mano dei giornalisti dietro.

      Elimina
    3. Io ne conosco uno personalmente, Luciano Gallino, non sono d' accordo con lui, ma è tutt' altro che uno stupido

      Elimina
    4. Sulla serietà dei suddetti 340 economisti non ho alcun dubbio.
      Il mio timore, nondimeno, è che siano molti meno di 340.
      A proposito di Luciano Gallino: non lo conosco. Puoi presentarmelo in 3 righe, se non ti scoccia ? E' un economista di sinistra ?
      E' contro l'euro ?
      Cosa pensa della Germania ?

      Elimina
    5. http://it.m.wikipedia.org/wiki/Luciano_Gallino

      Elimina
    6. Caro Ippolito, tu sei un nostro affezionato lettore. Visto che asfalto Gallino nel prossimo libro, cerca di chiedergli, prima della lettura delle bozze, se non si vergogna nemmeno un po' per quello che ha detto. Di terroristi un tanto al mazzo ne abbiamo già parecchi, non mi sembra il caso che i "padri nobili" si aggiungano alla congrega. Un errore può essere perdonato, basta scusarsi. Dopo di che, chi si mette dalla parte dell'euro, anche semplicemente facendo terrorismo o disinformazione, è un fascista e come tale verrà considerato. Preciso: per me non esiste il concetto di "arco costituzionale", tutte le opinioni sono meritevoli di attenzione. Però in questo momento c'è la resistenza, quindi Gallino sarà liberissimo di parlare in un'Italia libera, ma mentre l'Italia sta lottando per liberarsi deve scegliere da che parte stare se vuole essere considerato un interlocutore. A me di invitare una persona che ha detto una cazzata simile a un nostro evento (tanto per dire) non mi passa nemmeno per la testa. Oggi lui può elaborare molto rapidamente questo lutto. Domani chissà? Ne ho già visti passare parecchi. Quindi vai da Gallino e digli di pensarci meglio, quando parla di economia.

      Elimina
    7. Cosa ci vuol fare professore, sono dei fognatori.
      Comunque riferirò se ne avrò la possibilità, non ho problemi né timori reverenziali a farlo; anche per me questi personaggi sono dei nemici del Paese in cui vivono. Non sono stupidi eppure non capisco come mai si rifiutino di accettare l' evidenza; ignoranza? mala fede? parkinsonismo logico senile?

      p.s Tanto per capire e perché mi da effettivamente fastidio il "Caro Grimaldi" devo ancora intenderlo come " Senti un po', razza di schifezza umana..." o che altro?

      Elimina
    8. Ippolito, massimo rispetto per un uomo di 87 anni, come Gallino.
      Mi verrebbe quasi la battutaccia, però, che di ottantenni che fanno danni ci basta Giorgio Napolitano.
      Delle mie 3 domande sopra, dalla lettura della scheda di Wikipedia che hai indicato, mi sembra quindi di capire che Gallino:
      - è un economista (meglio sociologo) di sinistra;
      - non capisco però se è a favore dell'euro;
      - non capisco cosa pensi sulla Germania.

      Elimina
    9. Io ho detto "Caro Ippolito", non "caro Grimaldi". Dopo di che, se tu sei una schifezza non lo so, ma il tempo darà a te, come l'ha data a tanti altri, occasione di dimostrarlo. Certo, quelli che frequenti sono pericolosi nemici della democrazia, perché con la loro autorità di sepolcri imbiancati inquinano irrimediabilmente il dibattito. Se non fossi assolutamente certo che la Storia ci condurrà dove sa lei, e che forzarne i tempi è inutile, sarei molto poco sereno a loro riguardo. Invece auguro loro lunghissima vita (anche se non ne servirà tanta per veder crollare sulle loro teste il mondo distopico che hanno costruito, naturalmente con ottime intenzioni).

      Elimina
    10. @ Anderson,
      -Gallino è un sociologo
      - è un fognatore
      cosa pensi della germania puoi leggerlo qui
      http://www.inchiestaonline.it/politica/luciano-gallino-i-debiti-della-germania-e-lausterita-della-merkel/

      Elimina
    11. A scanso di equivoci, io non frequento il professor Gallino, ho avuto modo di conoscerlo personalmente e da allora ci sono persone che non mi salutano più o che evitano di sedersi vicino a me perché ho avuto l' ardire di criticarlo.
      La mia prima domanda non era retorica, è che proprio non capisco come persone di tale levatura possano intestardirsi a difendere questo incubo monetario, cercando ogni volta nuove astruse soluzioni pur di tenersi l' euro ed il loro "sogno" europeo.
      Per quanto riguarda il mio ruolo nella storia, bisogna saper avere il senso delle proporzioni, un buon "Grimaldi chi?" non ce lo vogliamo mettere?

      Elimina
    12. Conoscevo l'articolo assolutamente indegno di Gallino. Lo trovo indegno perché trovo scandaloso che una persona che ci ha oggettivamente consegnato coi suoi silenzi a questo regime fascista prima di morire fomenti l'odio antigermanico con argomenti populisti e francamente idioti (non a caso dalle colonne di Repubblica), avendo così la certezza che quando lui sarà sprofondato all'inferno, noi qui ricominceremo a combatterci. Nessun rispetto per queste persone. Si spengano in silenzio nelle loro case e non facciano ulteriori danni. È già stato abbastanza fare l'euro. Non riconoscerne la disfunzionalità e darne la colpa alla Germania sarebbe veramente troppo.

      Elimina
    13. E a questo punto gradirei che si parlasse di altro.

      Chiaro?

      Elimina
  42. Al prof.Alberto Bagnai

    La sua proposta è molto interessante,ma confesso di trovarmi un po' impreparato ai suoi vari desiderata.Pertanto,chiederò assistenza al Presidente della Repubblica Italiana o,fa lo stesso, agli Amici del Gorgonzola.
    Sono certo che sapranno darmi indicazioni in merito

    il Presidente di Vanuatu

    RispondiElimina
  43. http://mises.org/daily/2882


    Banking is a particularly arcane part of the economic system; one of the problems is that the word "bank" covers many different activities, with very different implications. During the Renaissance era, the Medicis in Italy and the Fuggers in Germany, were "bankers"; their banking, however, was not only private but also began at least as a legitimate, noninflationary, and highly productive activity. Essentially, these were "merchant-bankers," who started as prominent merchants. In the course of their trade, the merchants began to extend credit to their customers, and in the case of these great banking families, the credit or "banking" part of their operations eventually overshadowed their mercantile activities. These firms lent money out of their own profits and savings, and earned interest from the loans. Hence, they were channels for the productive investment of their own savings.

    To the extent that banks lend their own savings, or mobilize the savings of others, their activities are productive and unexceptionable. Even in our current commercial banking system, if I buy a $10,000 CD ("certificate of deposit") redeemable in six months, earning a certain fixed interest return, I am taking my savings and lending it to a bank, which in turn lends it out at a higher interest rate, the differential being the bank's earnings for the function of channeling savings into the hands of credit-worthy or productive borrowers. There is no problem with this process.


    The same is even true of the great "investment banking" houses, which developed as industrial capitalism flowered in the 19th century. Investment bankers would take their own capital, or capital invested or loaned by others, to underwrite corporations gathering capital by selling securities to stockholders and creditors. The problem with the investment bankers is that one of their major fields of investment was the underwriting of government bonds, which plunged them hip deep into politics, giving them a powerful incentive for pressuring and manipulating governments, so that taxes would be levied to pay off their and their clients' government bonds. Hence, the powerful and baleful political influence of investment bankers in the 19th and 20th centuries: in particular, the Rothschilds in Western Europe, and Jay Cooke and the House of Morgan in the United States.

    By the late 19th century, the Morgans took the lead in trying to pressure the US government to cartelize industries they were interested in — first railroads and then manufacturing: to protect these industries from the winds of free competition, and to use the power of government to enable these industries to restrict production and raise prices.

    In particular, the investment bankers acted as a ginger group to work for the cartelization of commercial banks. To some extent, commercial bankers lend out their own capital and money acquired by CDs. But most commercial banking is "deposit banking" based on a gigantic scam: the idea, which most depositors believe, that their money is down at the bank, ready to be redeemed in cash at any time. If Jim has a checking account of $1,000 at a local bank, Jim knows that this is a "demand deposit," that is, that the bank pledges to pay him $1,000 in cash, on demand, anytime he wishes to "get his money out." Naturally, the Jims of this world are convinced that their money is safely there, in the bank, for them to take out at any time. Hence, they think of their checking account as equivalent to a warehouse receipt. If they put a chair in a warehouse before going on a trip, they expect to get the chair back whenever they present the receipt. Unfortunately, while banks depend on the warehouse analogy, the depositors are systematically deluded. Their money ain't there.



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma qui un bel #chew ce lo vogliamo apporre, che dici?

      Elimina
  44. Ed io che pensavo essere la Repubblica di Vanuatu una sagace ed ironica creazione della mente del Prof... Ho dovuto cedere al dubbio e andare a controllare sul web per sapere che esiste per davvero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi che vuol dire lavorare su dati internazionali? Comunque a Vanuatu i server devono aver fumato, mi hanno anche cercato su Twitter per chiedermi che volessi da loro!

      Elimina
  45. OT - E se domenica si venisse a sapere che il 44% delle banche dell'Eurozona sono in bilico?

    http://www.zerohedge.com/news/2014-10-23/40-eurozone-banks-are-bad-shape

    Allora forse lunedi' 27 Ottobre non sara' una giornata come le altre.

    Martedi' 28 Ottobre cade pure la ricorrenza della marcia su Roma e mercoledi' 29 Ottobre quella dell'affondamento dell'ex-corazzata Giulio Cesare nel porto di Sebastopoli (per opera quasi certamente degli incursori della Marina Italiana, vedi http://it.rbth.com/mondo/2013/10/17/luci_e_ombre_sulla_tragedia_della_novorossiysk_27427.html).

    RispondiElimina
  46. Egeggio Prof,

    Abbiamo passato la velina alla nostra P.R. (Parliament Relationship) Mary Helen Palm-Woods che le risponderà attraverso la rivista "WHO" con un speciale shooting fotografico in spiaggia.

    La preghiamo di pubblicare il servizio sul suo seguitissimo blog in modo da evidenziare che noi ci prendiamo sempre carico degli appelli rivolti.
    Con Stile.

    ---------------------------
    "Meglio un morto in casa che un Pisano all'uscio" disse il Fiorentino
    "Che Dio t'accontenti" rispose il Pisano
    Buona palestra Prof.

    RispondiElimina
  47. Prof, io la vedo bene come economista...

    RispondiElimina
  48. Alcune petizioni dal sito change.org

    - La pizza come patrimonio Unesco - 27163 sostenitori
    - L'effigie di Rita Levi-Montalcini sulla moneta da un euro - 16915 sostenitori
    - Basta conigli in gabbia #bastagabbie - 12414 sostenitori
    - Basta servizi in abbonamento indesiderati per smartphone e cellulari! - 7793 sostenitori
    - L'Italia chieda una “Bretton Woods” per l'eurozona - 700 sostenitori

    RispondiElimina
  49. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  50. Gentile “economista”,
    in seguito al suo appello, i governi dell’Oceania si riservano l'approvazione della nuova carta moneta da 10 mila Bagnai-lire ,nel primo vertice utile.

    RispondiElimina
  51. Mi chiedo con quale spirito ci si vada in palestra?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spirito di sacrificio alimentato dal dover a tutti i costi evitare il mal di schiena.
      Comunque è anche appagante e rilassante uscire con i muscoli intorpiditi dallo sforzo terapeutico.
      E se trovi le persone giuste è pure divertente: meglio faticare che appellarsi in compagnia.

      Elimina
  52. Dear "an economist",
    in relation to the petition sent from yourself, it is of importance from us to inform you what follows:

    1. thanks for the remark;
    2. we'll let you know for sure;
    3. we will contact you.

    P.S. we are sorry to inform you that you must pay the cost of the translation from Italian to English. This is a globalized world, China is commercially powerful and will eat your country, like they did with our original pants.

    Yours truly,
    the president of Vanuatu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.S.2 Just now I noticed that our English writer has written a lot of grammar mistakes in the message. We decided to fire this son of a b-er I mean this great national disgrace. Because of this inconvenience, we are happy to announce that we nullified your debt with us.

      Elimina
  53. Dalla pagine fb (molto be fatta) basta euro:

    http://www.repubblica.it/ultimora/24ore/ue-fassina-non-dico-uscire-ma-superare-l-euro/news-dettaglio/4552034

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per Fassina non si può parlare di uscita perché l'€uro senza l'Italia non sopravviverebbe; quindi, leggendo fra le righe dice che non si può salvare l'Italia da una situazione che oggettivamente sta distruggendo l'economia e il futuro dei suoi cittadini per salvare l'€uro che invece tanto ha avvantaggiato i paesi del centro. Si può continuare a perdere tempo invocando la soluzione cooperativa facendo finta che i kruccolandia non se ne battano il belino. Di uscita comunque neanche si può parlare: bisogna salvare l'€uro.

      L'importante è che abbia chiarito inequivocabilmente la sua scala di valori: prima l'€uro, da salvare ad ogni costo per preservare gli interessi di chi finora se ne è avvantaggiato e solo dopo l'Italia e l'interesse nazionale. E se I'Italia muore?.... Si fotta! #sapevatelo

      Elimina
  54. Gentile economista,
    è con piacere che Le comunichiamo di avere dato pronta e piena attuazione al Suo pressante appello.
    Anche Vanuatu è infatti una Unione di popoli, creata con l'unica finalità di provvedere alla felicità dei popoli stessi, volenti o nolenti, e pronta a rispondere a ogni loro desiderio senza neanche bisogno di aspettare una nuova Bretton Food.
    Sono dunque lieto, in qualità di Presidente, di comunicarle le modalità di attuazione della sua gradita proposta:

    a) ottempereremo volentieri alla sua richiesta di acquisto di formaggi e salumi acquistando tutte le copie in commercio del suo libro, per bruciarle pubblicamente, in modo da eradicare di tra i felici popoli dell'Unione la malsana abitudine di leggere e scrivere, che, come da Lei molto opportunamente dimostrato, è alla base della pericolosa tendenza al sovrappeso che ne mina la salute;

    b) in ottemperanza alla sua molto opportuna richiesta di introdurre una tassa contro il colesterolo, tasseremo di una quota pari a un centesimo di dollaro l'acquisto di ogni copia di qualsiasi libro, dato che l'Efsa ha da tempo decretato che la prima arma per combattere il colesterolo in eccesso è l'attività fisica e i libri si leggono perlopiù stando seduti;

    c) anticipando i proventi della tassa contro il colesterolo abbiamo già provveduto ad armare un cutter* che può considerare fin da ora a sua completa disposizione
    (*secondo il regolamento UV 4534/77RR per la lotta al sovrappeso il termine "cutter" definisce un tronco di palma scavato e azionabile esclusivamente a pagaia);

    d) abbiamo già adottato lo standard Bagnai per la moneta, e la informiamo che quanto prodotto dalla sua stampante ha già corso regolare ed è accettato in tutto il territorio di Vanuatu*
    (*limitatamente all'acquisto di gusci di conchiglia e/o astucci penici);

    e) abbiamo disposto altresì la fornitura di cartucce di inchiostro verde, con le modalità prescritte dal regolamento UV 453678ss7 (presentazione di regolare modulo di richiesta stampato con la stessa cartuccia di inchiostro verde di cui si richiede la fornitura);

    Dell'adempimento pronto e veloce di quanto da Lei richiesto nel suo gradito appello abbiamo già provveduto a dare informazione alla stampa, motivo per cui i giornali di Vanuatu stanno già titolando ACCOLTO L'APPELLO DELL'ECONOMISTA/QUANDO IL POPOLO CHIAMA L'UNIONE RISPONDE/VANUATU CAMBIA VERSO.

    La ringraziamo molto di averci dato la possibilità di progredire nella felicità dei popoli, sicuri che si rallegrerà con noi di questa vittoria contro i nazionalismi, gli egoismi e soprattutto i populismianticonchiglia.

    Con molti saluti

    Il Presidente (e il suo astuccio penico)

    RispondiElimina
  55. Per quanto siano solo paraculate scritte sulla sabbia l'ultimo punto del rotolone è a mio avviso il più irresponsabile, perché attiene agli aspetti sostanziali di ciò che, prossimi al settimo anno di crisi dell'Eurozona (e, se mi è consentito, della civiltà europea) si reputa debba essere una democrazia liberale in regime di economia di mercato.

    Posto che non considero la democrazia liberale il migliore dei mondi possibili, e che ad oggi l'Unione Europea non è affatto un'istituzione democratica, sembra che all'anonima appellisti basti una democrazia di mercato purchessia.

    I sognatori secondo cui l'elezione diretta delle cariche esecutive sovranazionali e un parlamento europeo dotato di potere legislativo si sostanzierebbero in una maggiore rappresentatività dei cittadini, nella migliore delle ipotesi non otterrebbero niente più che una ulteriore legittimazione "democratica" dell'attuale regime (transitorio per definizione, stando ai Trattati), quando non un Uber Staat, modellato sulle istituzioni tedesche e dove i rapporti di forza tra il centro, produttore, e la periferia, ridotta a colonia di assemblatori-consumatori sussidiati, verrebbero cementati una volta per tutte.

    In assenza di un reale interesse comune europeo che non sia quello ascrivibile a ristretti circoli oligarchici (gli stessi che tanto hanno premuto per avere una unione monetaria disfunzionale da cui hanno tratto enormi ricchezze scaricandone i costi sulle classi subalterne), il teatrino rappresentativo "riformato" continuerebbe a preservare inalterati gli attuali rapporti di forza tra capitale e lavoro. Con la non trascurabile conseguenza che chiunque osasse disconoscere il nuovo regime verrebbe automaticamente posto al di fuori del perimetro democratico, un eversore da perseguire.

    Rivendicare ex post la legittimazione di quanto già predeterminato con la violenza dei fatti compiuti è l'essenza stessa del paternalismo eurista, nonché il lato più ipocrita delle nostre democrazie liberali, i cui tanto declamati valori, ormai svuotati di senso quanto pregni di ideologia, ci arroghiamo il diritto di esportare in ogni angolo del mondo. Per civilizzarlo, ci mancherebbe...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho girato a Paolo Pini che vi prego di non stropicciarmi perché purtroppo è in buona fede. Rappresenterò altresì ai vertici del Partito di Destra appena possibile.

      Elimina
    2. Recepito. 340 son tanti però, 'azzo! Credo che in Italia ci stiano troppi economisti, avvocati e giornalisti, geometri e conformisti. Sono per l'economia pianificata, lo ammetto...

      Altresì al Partito Deodorante - "a odorless deodorant which the Right can use going unnoticed. It's the secret ingredient of the euro consensus!" - rappresenti pure che uno shock esogeno, come dice lei che è uno scrittore, sarebbe capace di rianimare un cadavere, ma per loro la speranza l'è morta.

      PS_Ho finalmente comprato "ANSCHLUSS" di Giacché. Di una ferocia rara (i fratelli...).

      Elimina
    3. Ma il problema è che secondo me NON sono 340! Queste firme NON le ha viste nessuno. Appena ho tempo chiedo a Paolo o Leonardo quanti sono, e vedo se me lo dicono.

      Elimina
    4. Le firme sono qui, però non so come visualizzarle tutte
      https://www.change.org/p/presidente-di-turno-nel-semestre-europeo-l-italia-chieda-una-bretton-woods-per-l-eurozona?recruiter=163631344&utm_campaign=mailto_link&utm_medium=email&utm_source=share_petition

      Elimina
  56. Scusate, sapete dove si puo' trovare l'elenco dei nomi di questi 340 ?

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.