MIA15 - Vincitore   La libertà non è gratis: sostieni questo progetto contribuendo ad a/simmetrie.
Puoi anche destinarci il 5x1000 (CF 97758590588): non ti costa nulla, e qui ti spieghiamo come fare.

mercoledì 27 marzo 2013

Ai piddini €peisti...

(ricevo da a a, new entry del blog, e volentieri pubblico)



Prima di tutto vennero a prendere i commercianti
e fui contento, perché evadevano.

Poi vennero a prendere i piccoli imprenditori.
e stetti zitto, perché mi stavano antipatici.

Poi vennero a prendere i dipendenti
e fui sollevato, perché erano fannulloni.

Poi vennero a prendere i pensionati
ed io non dissi niente, perché non ero pensionato.

Un giorno vennero a prendere me,
e non c'era rimasto nessuno a protestare.



(così lo capite? No. Perché? Perché sapete di sapere. Va bene, aspettiamo. Ora Bersani si sbriciolerà, e poi si sbriciolerà anche l'euro. In tanta incertezza, una sola cosa è certa: qualcuno vi verrà a prendere di sicuro. Se non sarà la Gestapo, saremo noi). 

(dedicato alla cara memoria di quel tal Zanda, ieri sera, a Ballarò, quello che "abbiamo appoggiato Monti perché non c'erano soldi per gli stipendi pubblici...". Nulla resterà impunito, di ogni menzogna si chiederà il conto).

52 commenti:

  1. On way we are ;)

    V.

    P.S.

    Perchè non abbiamo bisogno di una rivoluzione ma di una liberazione

    RispondiElimina
  2. poi vennero a prendere i liberi professionisti perché erano giá stati presi gli altri...

    RispondiElimina
  3. Lo uso anch'io Brecht coi piddini.

    A proposito di redde rationem. L'altro giorno ti ho visto su Sky: minkia, avevi lo sguardo di Clint Eastwood. Ti mancava solo il cigarillo.

    Rampini giocava bene con le parole. Ma quando un uomo con la pistola incontra un uomo col fucile...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, è solo che avevo la luce in faccia e essendo in collegamento con la telecamera al buio ma praticamente spalmata sul muso non sapevo troppo bene da che parte guardare, il che mi ha sicuramente reso un po' rigido. Rampini le cose le sa e quando capita le dice pure. Ad esempio, ha tranquillamente ammesso che tutta la professione economica negli USA era contro l'euro, e non tutta per motivi strumentali.

      Elimina
    2. ... L'uomo col rampini è un uomo morto.

      Elimina
    3. Rampini aveva la faccia, i modi e la cautela di un vescovo in un momento difficile, attento alle cose da dire e più ancora a quelle da tacere. Ha evitato con estrema cura di contraddire il Prof. e, necessariamente, di sputare sul proprio gruppo editoriale... esercizio di alta acrobazia. Bravo.

      Elimina
  4. Certo che Mentana insiste imperterrito (sarà amico si Zoggia).

    Si chiude il servizio con le parole di Brunetta "lei Sen. Monti non è nemmeno riuscito a salvare se stesso" e il 'membro' del PUD€ col vizio della Borsa d'azzardo afferma: "Qui, l'unica cosa da salvare sono i conti pubblici".

    La rivista satirica 'Cuore' spesso titolava "Hanno la faccia come il culo": fantastico. Il Chicco in due secondi netti avrà la tessera n.1 del #SEVEDEVA

    RispondiElimina
  5. Ma si rendono conto del clima di odio e divisione nazionale che instillano???

    Zanda, con quella frase, continua a propugnare a chi paga le tasse e fa sacrifici che il nemico numero uno sono gli statali!!!

    Questo è terrorismo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. da statale (sanità) ti posso dire che un bel ripulisti ci starebbe pure bene...
      hanno chiuso le assunzioni e si va per inedia verso una situazione di stabilità tra lavoro e lavoranti.
      Certo non si puo' dire "Tutti a casa" qualcuno dovrà pur fare certi lavori, ma ci dovranno essere molti meno dipendenti.
      è ora di finirla con il pensare che l'impiego pubblico è un serbatoio di voti e usarlo solo come pagamento di ritorno per le persone fidate.

      Elimina
    2. Io dirigo la valutazione della performance organizzativa e del personale di una ASL e ti posso garantire, a mia volta, che di casi patologici ce ne sono, ma sono sotto l'1% per la mia esperienza.
      Generalizzare e rendere il 99% pari a quell'1% sarebbe estremamente qualunquista. La mia azienda si attiva e sanziona quell'1%. Il resto marcia e produce in condizioni di difficoltà strutturale e organizzativa.
      Se siamo in clima di caccia alle streghe hai trovato la persona sbagliata.
      Inoltre la burocrazia va analizzata nelle sue cause: è colpa dei fannulloni o e anche colpa della demenziale, incontrollata, irrazionale, ipertrofica, ingarbugliata produzione normativa che fa impazzire gli statali stessi?
      P.S. (giusto per precisare) il comparto Sanità non fa parte degli statali...

      Elimina
    3. “hanno chiuso le assunzioni e si va per inedia verso una situazione di stabilità tra lavoro e lavoranti.”
      Non capisco di quale inedia e stabilità parli sono stata da poco in ospedale per una settimana per un intervento chirurgico e alle infermiere facevano fare doppi turni.
      Sono anche io una dipendente pubblica e concordo con Maximus, è vero che ci sono alcuni dipendenti che tirano a vacca, ma generalizzare serve per avere un capro espiatorio a cui addossare tutte le colpe, come si è fatto del resto fino ad ora, e per delegittimare le funzioni assegnate al pubblico e preparare il terreno ai privati.

      Elimina
    4. Caro Lazarus, preferisco pagare 125.395.900.000 euro in stipendi ai "fannulloni statali" piuttosto che devolverli, via MES, al salvataggio delle banche nordeuropee...

      Elimina
  6. Beela new enty.

    Oddio...............pane per i miei denti:
    "Nulla resterà impunito, di ogni menzogna si chiederà il conto"

    E pagamento cash !!

    Gongolo nel poter pensare che in futuro potrò dire:
    "io sono uno di quelli che lo diceva da tanto,
    e voi mi prendavate per il culo COGLIONI"

    Noi siamo i partigiani della sovranità monetaria,
    ed ora siamo al vostro Piazzale Loreto.

    Voglio tante briciole,ma tante !!

    RispondiElimina
  7. Peccato non averla visto a Ballarò, capisco perfettamente le sue ragioni, ma che rabbia nel sentire ancora certe castronerie.
    Era stato detto in un’altra trasmissione durante la campagna elettorale, da Casini, il nonpotevamopagareglistipendi. E neanche allora ci fu nessuno in grado di alzare una voce indignata contro la menzogna, e noi che sappiamo veramente siamo rimasti delusi nel vedere ancora una volta la verità sconfitta.
    E vabbè, un po’ di pazienza, intanto io tifo l’assenza di un governo, tifo per la “mancanza di credibilità” che ci allontana gli “investitori esteri”, spero che il “raiting” (si scrive così?) dell’Italia scenda a zzzz++--, tifo per la “sfiducia dei mercati”.
    Spero che tutto questo sistema crolli al più presto e ci faccia scoprire, poi, quando un bel giorno non ci sarà più, che in fondo in fondo potevamo farne a meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che siamo dalla parte del giusto e che questo ci da forza è innegabile ma spesso vedo e sento intorno a me che le stesse cose che percepisco io sono diverse da quelle che percepiscono altre persone non informate sulla truffa.
      Anche se loro mentono e lo sanno la cosa che mi spaventa è la massa enorme di menzogne che muovono ogni giorno.....santo dio è un borbandamento in ogni dove,sia tv che radio o internet......la gente ancora non ci arriva.....sentono che qualcosa non torna ma sembra che abbiano paura a capire il problema.
      Non finirò mai di ringraziare il professore per avermi aperto gli occhi.
      Ho letto il libro ma mi è rimasto un dubbio sul perche il mercato alla fine ci salverà rendendo la situazione insostenibile se da questa situazione non si direbbe che ci rimettano......nel senso che noi i soldi li cacciamo e da tempo......sia per banche sia per il mercato che per lo stato e tutto il contorno.....se rompono il giocattolo è perche è finito ...vuoto....e a quel punto ho paura che sarebbe troppo tardi .....per molti di noi.

      Elimina
    2. Questa degli stipendi mi par l'abbia detta ultimamente anche Grillo, facendo una previsione di sei mesi.

      E anche per questa via è confermata l'appartenenza al medesimo fronte.

      Elimina
    3. Mai come oggi in Italia suonano vere le parole di H.D. Thoreau.

      "Il miglior governo, è quello che non governa affatto"

      Elimina
    4. "io tifo l’assenza di un governo, tifo per la “mancanza di credibilità” che ci allontana gli “investitori esteri”, spero che il “raiting” (si scrive così?) dell’Italia scenda a zzzz++--, tifo per la “sfiducia dei mercati”.@Gabriella

      Rimango basita, non ho mai identificato l'uscita dall'euro con la distruzione del Paese, nè ritenuto auspicabile la distruzione del Paese per poter uscire dall'euro. Uno sbriciolamento dell'eurozona che avvenisse nel caos non mi sembra per nulla desiderabile.
      Per questo tifo per un governo forte e deciso, evidentemente di là da venire da quel che si vede, che tratti l'uscita dall'eurozona,che riconduca la Banca Centrale alla sua funzione di strumento del Tesoro, che attui tutte le politiche economiche a difesa dei salari, delle imprese e dei risparmi. Un governo credibile anche per i mercati. Anche noi siamo i mercati, chi più chi meno: sfiducia dei mercati vuol dire soldini sotto il materasso e fughe in Svizzera,razionale o meno che sia, banche e imprese che falliscono.

      Magari finirà così, ma non ci faccio il tifo, e se iniziamo pure a identificare uscita dall'euro=distruzione dell'economia capitalista (per sostituirla con cosa poi...)non facciamo neppure buon gioco alla nostra causa.

      Elimina
  8. Lo avrai
    camerata Kesserling
    il monumento che pretendi da noi italiani
    ma con che pietra si costituirà
    a deciderlo tocca a noi
    non coi sassi affumicati
    dei borghi inermi e straziati dal tuo sterminio
    non colla terra dei cimiteri
    dove i nostri compagni giovinetti
    riposano in serenità.
    Non colla neve inviolata delle montagne
    che per due inverni ti sfidarono
    non colla primavera di queste valli
    che ti videro fuggire
    ma soltanto col silenzio dei torturati
    più duro di ogni macigno
    soltanto con la roccia di questo patto
    giurato tra uomini liberi
    che volontari si adunarono
    per dignità e non per odio
    decisi a riscattare
    la vergogna e il terrore del mondo
    su questre strade se vorrai tornare
    ai nostri posti ci ritroverai
    morti e vivi collo stesso impegno
    popolo serrato intorno al monumento
    che si chiama
    ORA E SEMPRE RESISTENZA.

    pietro calamandrei

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso anch'io sempre a questa poesia quando sento parlare Bersani o, come ieri sera, Zanda, o tutti gli altri piccoli collaborazionisti al seguito. Era incisa su una lapide all'esterno della casa di mia nonna e lì l'ho mandata a mente. Ricordiamoci che il nostro nemico non è chi ci ha comprato, ma chi ci ha venduto. Godete, come godo io, nel vedere il terrore che comincia a dipingersi nelle sue pupille.

      Elimina
    2. 'ma chi ci ha venduto.'

      questo è punto da approfondire...perchè è piu' difficile da comprendere...la cosa sgradevole è che incomincio a credere ad una parziale buona fede di andreatta e carli
      che molto probabilmente credevano nel dogma della moneta che crea inflazione e essere vincolata alla germania avrebbe avuto effetti positivi...c'è un altro aspetto questi grandi cattolici di sssinistra :andreatta , prodi...
      ho come l'impressione che in un certo senso gli andasse benissimo che i poveri rimanessero poveri...che avessero un idea di un societa' estremamente reazionaria...

      ps: stavo aspettando il momento di quando avrebbero scritto
      queste parole (okay è per eccittare i vecchi inglesi che leggono i giornali seri' ...ma si vede che nigel farage incomincia a influenzare davvero la 'base' tory )
      in the face of this some of the non-German leaders prefer wittering brainlessly about European harmony and solidarity, rather than attempting to deal with reality. Germany is becoming too powerful for its own good and ours, again.
      http://blogs.telegraph.co.uk/news/iainmartin1/100208951/margaret-thatcher-had-a-point-about-germany/

      Elimina
    3. Kesselring, non Kesserling

      Sempre e solo per via della "qualità totale", eh.
      BTW, grandissimo Calamandrei!

      Elimina
  9. Io spero che questa volta non capiti come sessant'anni fa(anno più anno meno...). Non voglio vedere impiccagioni senza processi. Non voglio rese dei conti sommarie e non voglio vendette consumate calde. Questa volta, con la ragione dell'esperienza di chi, come ha detto un goofysta, ha visto come nasce una dittatura, voglio la verità. Pura, trasparente, inoppugnabile, soltanto la verità. Perché senza verità pubblica, senza trasparenza assoluta, i riciclaggi di fatti, persone e intenzioni, sono facili da eseguire. Questa volta no, non voglio manipolazioni, non voglio trasformismi che impianteranno il germe di una nuova dominazione da avvenire nei prossimi cinquantanni. Voglio che la democrazia trionfi, che la verità emerga con i mezzi della civiltà, quelli sanciti dalla nostra costituzione. Voglio processi, non vendette. Colpevoli, non martiri. Solo la verità rende liberi. E la libertà è un sogno da conquistare svegli, non un fogno da subire addormentati. Camminiamo leggeri, perché camminiamo sui nostri sogni...

    RispondiElimina
  10. infatti è meglio abolire equitalia, far evadere le tasse ai commercianti, aver l'autista che guida un suv assai poco ecoogista ma che in compenso ha intestato un pò di aziende in Costarica, fare la diretta streaming per controllare perchè della trasparenza non ve ne frega un cazzo, essere xenofobi, non pignorare mai la prima casa giusto per fare funzionare meglio il sistema creditizio.....

    ma non siete voi pentastellati la manica di cialtroni, sono gli italiani che vi hanno votato.... ma agli italiani non piace la democrazia, piace il fascismo strisciante..... ma si, è giusto così.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questi non hanno speranza di morte,
      e la lor cieca vita è tanto bassa,
      che 'nvidïosi son d'ogne altra sorte.

      Fama di loro il mondo esser non lassa;
      misericordia e giustizia li sdegna:
      non ragioniam di lor, ma guarda e passa

      Elimina
    2. Bah... Grillo è il Masaniello del momento, non gli darei troppo peso.

      Sarebbe ben più opportuno riflettere, come qui, sulle cause che hanno portato al generarsi di determinati effetti, ma si sa, l'informazione col prefisso "dis", preferisce parlar d'altro, creando un fenomeno Brillo per nascondere ciò di cui sono parte ed essendo l'informazione la luce della democrazia, siamo in un'epoca terribile in cui degli idioti governano dei ciechi...

      Elimina
    3. Ma chi è il genio delle 23:14? Chi sarebbero i pentastellati? Noi? Senti, espertone, quello che ho detto di Grillo lo puoi sentire qui e qui, ad esempio (vedi, sono stato in prima pagina nell'organo del PUDE!), e potresti leggerlo qui e qui ecc.

      Credo che tu non sappia a chi stai parlando. Io invece lo so: a un fascista. Il PD è il nuovo partito fascista, che ha sbriciolato i diritti dei lavoratori e portato al governo un'oligarchia asservita a interessi esteri. Un fascismo non strisciante, ma conclamato, ostentato, quello di chi ci ha detto in faccia che il suo scopo era sottrarre al controllo democratico le leve dell'economia.

      Ma sta finendo, caro, rassegnati. Non ti chiedo di capirlo. Tu non servi a nulla, sei una pedina, oggi dici di sì alla tua nomenklatura, domani dirai di sì a noi, perché sei il niente, e lo sei per tua scelta: perché non hai voluto ragionare, e hai voluto vivere la vita democratica con lo spirito con il quale si vive il tifo calcistico.

      Scelta tua, lo ripeto, che però in democrazia è soggetta a critica.

      D'altra parte, se tu non fossi un nulla che ragiona per appartenenza, non avresti mai attribuito a chi scrive la patente di "grillino". Sono le persone come te, quelle che hanno abdicato al proprio ragionamento, che meritano il nostro disprezzo. Non tornare a trovarci, non è il momento, stiamo lavorando, purtroppo anche per te.

      Elimina
    4. Gentile Professor Bagnai, non vorrei fare errori nè il difensore d'ufficio non richiesto ma credo che Francesco non si riferisse a lei ma usasse la bacheca per parlare ai pentastellati.
      Se legge il suo post delle 01:20 in cui dice, parlando del blog: "Sarebbe ben più opportuno riflettere, come qui, sulle cause che hanno portato al generarsi di determinati effetti".
      Credo ci sia un "qui pro quo" o, come diceva la mia mamma facendo il verso agli "acculturati", un "Qui Quo Qua". :-)
      Se così fosse, Professore, non si preoccupi (so che non lo farebbe in ogni caso...) comunque l'invettiva torna buona a scopo preventivo per i piddini che aleggiano.
      Altrimenti mandi a quel paese pure me per non essermi fatto una sana mattonella di cazzi miei.
      E' da quando andavo alle elementari che non ci riesco.
      :-)

      Elimina
    5. Er cavajere che risponde al misero villico gnorante.

      Ma fai come San Martino
      che taglia in due il mantello
      per dividerlo con il povero mentecatto.

      Sai mai che ci fà na corda e s'impicca !!

      Eppoi mi sento dire che faccio male a volere vendetta !!

      Elimina
    6. L' effetto Malaguti.....

      Questo bel personaggino qui è il risultato della disinformatia quotidiana ( io penso un tentativo di disinnescarla ) che la dipinge come il responsabile economico del M5S, se non addirittura il candidato premier, ovviamente qualche microcefalo che abbocca c'è sempre, sicchè da bravo ominide piddino pensava di venire a trolleggiare in un covo di ortotteri, non capendo, ma non ne avevamo dubbi, che su diagnosi e terapia PD e M5S sono molto più simili di quanto non vogliano dare a pensare.

      Elimina
    7. Certo che leggere in maniera così schietta e diretta quello che penso da tanto tempo, mi ha lasciato con la mascella a penzoloni e gli occhi increduli fuori dalle orbite.

      Poi, un senso di liberatoria quiete, pace, come un crollo di adrenalina a seguito di una dura prova.

      Elimina
    8. Quando sarà finita ci accorgeremo che avremo elaborato ben altri lutti e che far giustizia ci avrà reso la serenità necessaria al ben operare.

      Elimina
  11. L'avevo scritta così, circa un anno fa:

    Prima hanno preso i tassisti.
    E io ho festeggiato perché sono tutti imbroglioni.
    Poi hanno preso i farmacisti.
    E io ho festeggiato perché sono tutti ricchi col suv.
    Poi hanno preso gli idraulici.
    E io ho festeggiato perché sono tutti evasori.

    Poi hanno abolito l'articolo 18.
    E tassisti, farmacisti e idraulici hanno festeggiato perché sono una manica di stronzi senza cuore.

    http://crisis.blogosfere.it/2012/01/governo-tra-tassisti-e-articolo-18-nessuna-differenza.html

    RispondiElimina
  12. Quando attività, capannoni, case saranno tutte di equitalia, cosa faranno se le giocano a carte?

    x Francesco, se si rubacchia qua è la, si favorisce il PIL, 574.000. auto blu sono posti di lavoro per autisti e meccanici, così come barche e ville fanno muovere le imprese è paradossale ma è un modo di fare scambio altrimenti se non hai nulla da scambiare resti nel deserto da solo e vedi che tra un pò non ci vorrà molto... L'unica cosa che non dovevano fare era far fuggire capitali all'estero ed incentivare a portarli perchè protetti come in svizzera.

    RispondiElimina
  13. Trattandosi di nazicapitalisti la citazione è drammaticamente d'attualità

    RispondiElimina
  14. Proprio in questi giorni si commemora dalle mie parti l' eccidio di Cervarolo e ieri mentre le tv locali ne parlavano mi veniva in mente come questi piddini stiano vendendo il nostro paese agli stessi che perpetrarono quei delitti. Che rabbia che mi viene...che rabbia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A simò,io l'ho scritto
      siamo i partigiani della sovranità monetaria,
      e loro sono al loro Piazzale Loreto.

      Sono di Reggio pure me,
      ci vedremo il 12 ??

      Pubblicizza l'evento facebook per cortesia
      che facciamo il botto !!

      http://www.facebook.com/events/429370073815111/?ref=3

      Elimina
  15. Il famoso giornale della Sera, ieri ha ospitato questo articolo del prof. Sartori, direi che si commenta da solo!

    http://www.corriere.it/editoriali/13_marzo_27/governicchi-e-governacci-sartori_0aeb55c6-96a5-11e2-b7d6-c608a71e3eb8.shtml

    Mi raccomando prof.ieri ho letto che eri demoralizzato e stanco, e pur comprendendo la situazione, come tutti i lettori del blog mi sono sentita smarrita, spero che questi giorni di Pasqua ti portino un po' di riposo in più, la tua famiglia, la famiglia di Goofynomics e l'Italia hanno bisogno di persone come te!

    RispondiElimina
  16. bella farei solo un piccolo cambiamento: al posto di dipendenti metterei dipendenti pubblici è ancora più esemplificativo

    RispondiElimina
  17. "Ieri l’Assia e la Baviera hanno avviato un’azione legale contro l’attuale meccanismo di trasferimento fiscale, con l’obiettivo di ottenere la convergenza economica, fra gli stati federali tedeschi, il cosiddetto “Länderfinanzausgleich [...] Baviera e Assia sostengono che il meccanismo attuale non incentiva i beneficiari netti a migliorare la propria situazione finanziaria. In sostanza, un Land ricco si chiede perché dovrebbe trasferire le proprie entrate a un altro più povero (e magari irresponsabile). Se un meccanismo di redistribuzione del reddito incontra una forte resistenza già all’interno di un Paese, è mai possibile che Germania, Olanda e Finlandia accettino di trasferire il proprio gettito fiscale al sud Europa?"

    Tratto da: http://www.fondionline.it/indicecms.php?idpagina=art&idart=40909

    Fatelo leggere a chi sproloquia di unioni fiscali!

    RispondiElimina
  18. Questo blog resta il mio unico porto sicuro. Grazie Prof.

    RispondiElimina
  19. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  20. Senti senti:
    "Allarme stagnazione. L'economista sollecita anche la Germania ad accettare un'inflazione sopra il 2% per riequilibrare la competitività nell'eurozona"

    Ma va?

    http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2013-03-27/blanchard-italia-produttivita-ferma-185626.shtml?uuid=AbHmoAiH

    RispondiElimina
  21. CIPRO LE BANCHE RIAPRONO SOTTO SCORTA ARMATA

    Moments ago Cyprus banks reopened, under heavy guard, without signs of a stampede. However, since as was made clear yesterday, all bank branches will serve merely as glorified ATMs, allowing for a maximum €300 cash withdrawal and practically no outbound cash transactions allowed, there has been no stampede, and no lines as the bulk of services provided legally are merely what one can find at an automated teller machine.

    The question is whether the five shipping container full of ECB cash delivered last night into the country will be enough to cover the cash-strapped public's demands, and for how long.

    Authorities imposed severe restrictions to prevent a run on the banks that could wreak havoc on the island's already fragile economy, with daily withdrawals limited to 300 euros.

    The restrictions - which last for a week before they are reviewed - also ban the cashing of cheques and ordered those travelling abroad not to take more than 1,000 euros out of the country.


    Under a deal agreed in Brussels on Monday, Cyprus must raise 5.8 billion euros to qualify for the full 10-billion-euro loan from the troika of the European Union, European Central Bank and International Monetary Fund.

    Depositors with more than 100,000 euros in the top two banks - Bank of Cyprus and Laiki or 'Popular Bank' - face losing a large chunk of their money.

    "We must all keep in mind that as bank employees, we are not responsible but on the contrary colleagues are themselves victims of criminal acts and/or omissions that led to this destruction and many are in a very tragic situation," said an ETYK union statement.

    POVERO MAIALINO, PROVA A SPICCARE IL VOLO, SOLO COSì TI POTRAI SALVARE

    RispondiElimina
  22. Mi e' piaciuto questo articolo sulla faccenda Cipriota.

    http://giuseppebertoncello.com/2013/03/28/cipro-leuro-e-la-paura-dellabisso/

    RispondiElimina
  23. E scusatemi per questo altro link: piu' austerita' per la Spagna....e il risultato e' questo:

    http://dareconomics.wordpress.com/2013/03/26/more-pain-for-spain-in-2013/

    RispondiElimina
  24. Ho visto i post di questa settimana uno dietro l'altro (per motivi personali). Ho letto parecchie variazioni dell'apologo di Brecht (o, come precisa Luca Olivetti, di Martin Niemöller). Discusse e acquisite (si spera) le basi economiche, si sta pensando al dopo? Su questo il prof. Bagnai ha già detto molto e, data la questione, ancora altro dirà, probabilmente, d'ora in poi.
    Vorrei citare Curzio Malaparte - Maledetti toscani (ulteriore rappresentazione della commedia umana, parecchio più concisa di tante altre) a proposito di S.Bernardino :

    «... E sbagli se credi che San Bernardino fosse pieno d'ira e di disprezzo per quel popolino di peccatori, cui parlava con tanta semplice e pacata violenza. Sebbene egli predicasse a cristiani pieni di voglie e di peccati, più inclini ai vizi e agli errori che non alla virtù e alla penitenza, sebbene li minacciasse a ogni parola di fuoco eterno, in fondo li stimava. Voleva bene a quelle donnette maligne, pettegole, avare e bugiarde, a quegli uomini astuti, taccagni, dispettosi e ladri. Non erano certo quali li avrebbe voluti : ma anche così non gli dispiacevano. E meno male che non erano peggio! E poi, che peccati eran quelli della povera gente, a petto dei viziacci e dei peccatacci dei potenti? "Brucerete tutti!" gridava Bernardino con quella sua vocetta senese: e sorrideva come un padre ai figlioli, muovendo qua e là il suo mento aguzzo. ...»

    Avvertenza : C.M. è un insieme di quasi tutto (altro nome compreso : come tanti di noi col loro nick). In casi del genere mi trovo abbastanza bene applicando la formula : non buttare il bambino (valutare ciò che dico) insieme all'acqua sporca (non t'importi quel che faccio).

    ps mi si conceda qui il vezzo di ricordare la mia presenza nei luoghi dove circa cinquant'anni prima anche CM era studente e il mio status di concittadino nonché membro della diaspora.

    RispondiElimina
  25. Se il livello medio dei lettori della gazzetta salmonata è quello che si rileva dai commenti all'articolo di Wolff del 27/03, linkato da Bertoncello (articolo sul quale già bisognerebbe stendere un velo molto pietoso), c'è veramente poco di buono da sperare...

    RispondiElimina
  26. Incredibile come dopo i fatti di Cipro, passati completamente sotto silenzio, continui la litania PDina del "più europa", senza realizzare che, indipendentemente da qualunque altra considerazione, a B. ora basta andare alle elezioni al grido di "non faremo mettere all'europa le mani nelle tasche degli italiani" per stravincere, con buona pace del PD (R.I.P.) e di Grillo, dato che ce l'aveva quasi fatta solo con l'IMU.....

    RispondiElimina
  27. Professore, anche se non le fara' piacere, ho deciso di fare il suo nome nella votazione 'ortottera' che si terra' prossimamente per indicare la rosa di candidati per la carica di Presidente della Repubblica.

    RispondiElimina
  28. G.le prof. Bagnai
    Io credo che prima di far saltare l'euro come minimo si inizierà a stampare a gogo come l'america.
    Può spiegarmi perchè secondo lei neanche questa soluzione risolverà?

    (perdoni la FAQ ma non sono riuscito a trovarla)

    RispondiElimina

Tutti i commenti sono soggetti a moderazione.