Per sostenere questo progetto contribuisci ad a/simmetrie.
Sono aperte le iscrizioni al 3° compleanno del blog: Euro, mercati, democrazia 2014.

sabato 17 novembre 2012

Ai librai

Fra le diecimila persone che passano per qui ogni giorno ci sarà pure qualche libraio, no? Una cortesia: mi scrivete sulla mia email privata che devo capire alcune cose del vostro mondo complesso e affascinante?

Si insegna per apprendere. Io poi sono uno che dà molta soddisfazione ai suoi insegnanti, perché a capire ci metto un po', ma quando ho capito mi regolo subito di conseguenza. Esempio: avessi saputo subito che le Feltrinelli erano importanti (a me stanno un po' in punta perché non ci trovo mai quello che mi serve, ma sono io che son strano) avrei ovviamente mandato un manipolo di eroi coi forconi davanti a ogni Feltrinelli del Regno a chiedere col dovuto garbo di ordinare il testo.

Magari c'è qualcosa d'altro che devo capire e che può contribuire ad agevolare le cose. Aspetto suggerimenti e testimonianze informate e documentate.




P.s.: nel frattempo, mentre aspettate che il mio libro (che è stato stampato ed è arrivato in magazzino venerdì - e quindi anche l'editore la parte sua l'ha fatta), venga distribuito a dorso di mulo dai distributori, e poi nascosto nella cantina del negozio dai librai, vi suggerisco comunque, se ne avete voglia, di dare un'occhiata anche a questo. Verrà presentato il primo dicembre a Pescara.

Oh, va da sé che anche se mi dispiace per voi, a me queste enormi e incomprensibili difficoltà fanno piacere. Stanno trasformando l'uscita del testo scialbo e anodino di un oscuro accademico di provincia in un evento mediatico, con tanto di teorie del complotto.

Esempio: sapete cosa mi hanno detto all'editore? Che l'editore "Il Melograno" al quale alcune pagine (come inizialmente IBS e Amazon, e ancora oggi questa) attribuiscono il libro non opera più da due anni, e che quindi un errore simile poteva esser stato fatto solo "per scherzo". Testuale: "abbiamo pensato a uno scherzo". Scherzo che non ha fatto ridere chi è andato in libreria e si è sentito dire che il testo non esisteva (perché l'editore non lavora più). Scherzi da prete, o forse da distributore, che a quanto pare è RCS: Rizzoli Corriere della Sera.

Ovviamente un complottista penserebbe male (come diceva Andreotti?). Io penso invece che è tutta pubblicità, e che se il vento non si può fermare con le mani, la verità, notoriamente, non si ferma nemmeno con quel muscolo particolarmente tenace che è lo sfintere. Quindi tranquilli: se nel XVIII secolo son riusciti a leggere Voltaire, voi riuscirete oggi a leggere il sottoscritto. Va da sé che nel cambio ci perdete, ma il secolo non si sceglie. Lo si può però cambiare. La garanzia dura cento anni.

171 commenti:

  1. Il libro io l'ho prenotato alla libreria Mondadori di Pistoia che già ne aveva ordinate 2 copie per magazzino e quindi una è diventata la mia. L'8 novembre già avevo il libro fra le mani. Mondadori è molto fornita come libreria e la considero fra le migliori. Non so se il punto vendita di Pistoia è in franchising ma trovo sempre le nuove uscite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, anche a Roma Mondadori pare abbia "performato" meglio di altri, almeno da testimonianze sparse. Certo, non son più piddini, ma non credo che il problema sia questo...

      Elimina
    2. Io avevo ordinato una copia su Amazon. E con la paura di dover aspettare settimane, l'ho trovato nascosto tra gli scaffali, l'ho comprato proprio l'8, alla Mondadori di una cittadina di provincia.

      Elimina
  2. Io l'ho ordinato presso la Feltrinelli di Bari martedì scorso. Non era presente in libreria. Ma mi pare scontato, visto che le librerie non sono più delle biblioteche e che anzi sono diventate espressione di attività commerciale. Come tutto, ormai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E questo è il motivo per il quale non compro più libri nuovi ma solo libri vecchi. Alla decima volta in cui non trovo quello che cerco, cambio approccio e cerco quello che trovo...

      Elimina
    2. io ho ordinato la prima stampa proprio dalla Feltrinelli di Padova il 6 novembre e l'8 era già tra le mie mani. Insomma, nessun problema con questa libreria

      Elimina
    3. Anch'io spesso leggo quello che trovo... ad esempio nell'ultimo bookcrossing ho trovato anche un libro di Hirschmann, "Le passioni e gli interessi. Argomenti politici in favore del capitalismo prima del suo trionfo", che mi è piaciuto moltissimo e che consiglio vivamente, anche se è pieno zeppo di refusi :).

      Nella conclusione c'è una frase che spero si possa applicare presto all'euro: "Quale ordine sociale potrebbe a lungo sopravvivere alla duplice consapevolezza di essere stato adottato nella ferma speranza che avrebbe risolto certi problemi, e di essere invece chiaramente e disastrosamente fallito?"

      Ho visto l'altro ieri quattro copie de "Il tramonto dell'euro" alla Mondadori in Piazza del Duomo a Milano. In un'altra delle mie librerie preferite invece è in ordinazione ("ce l'hanno già chiesto") ma non l'hanno mai ricevuto. In compenso c'è ancora il libercolo di Stefano Feltri "Il giorno in cui l'euro morì" ... a proposito: qualcuno sa come mai su alcuni libri (Feltri) c'è il bollino SIAE e su altri (Bagnai) no? :)

      Elimina
    4. Professor Bagnai, "..cerco quello che trovo.." è una bellissima metafora per una esistenza alternativa piena di gusto e di soddisfazione. Come sempre, Pippo insegna.

      Elimina
  3. ordinato su Ibs, ma ancora in "attesa"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piccolo aggiornamento che metto qui in risposta anche a walter.
      Comunicazione IBS: gentile cliente il tramonto è in arrivo per la cina invece si può attaccare perché è esaurito straesauritissimo non in stampa ordine annullato bla bla bla.
      Il che francamente un po' mi dispiace Alberto perché una volta messa la pulce nella recchia di curiosità ne vengon tante. Ciao.

      carlo (quello del flauto)

      Elimina
    2. io l'ho comprato da IBS insieme a Peppa Pig ed è arrivato senza problemi (ovvio! Altrimenti perdevano anche la vendita del DVD!)

      Elimina
    3. Ricevuta oggi mail da IBS dopo inutili 10 giorni di speranzosa attesa:

      Gentile cliente,
      siamo spiacenti di comunicarle che il seguente articolo, ..... purtroppo si e' rivelato esaurito.
      Il prodotto e' stato quindi riordinato presso i nostri fornitori abituali e contiamo di riceverlo entro 3/7 gg. lavorativi: nel caso si verificassero ulteriori difficolta' la terremo aggiornata via email della situazione del suo ordine.

      E non è arrivato nemmeno alla Feltrinelli di AR.

      Toccherà mettersi a caccia...

      Elimina
    4. Bastava andare alla Mondadori, appena in tempo: ultima copia.

      Peccato che appena portato a casa il prezioso tomo mi è stato abilmente e rapidamente sottratto dalle mani da marito avido: tocca tornare a caccia...

      Elimina
    5. per me invece ancora nessuna mail ... ma anche nessun libro; sempre "in attesa"

      Elimina
    6. Arrivato da IBS! E arrivato anche alla Feltrinelli!

      Anzi, oramai alla Feltrinelli lo promuovono: una studentessa del serale mi ha raccontato che suo padre è tornato a casa col Tramonto dell'euro sottobraccio perché gliel'aveva consigliato la libraia come novità da non perdere...;)

      Elimina
    7. Vedi che non si può fermare il vento con le mani? E il vento siete voi (io oggi sto a letto con la bronchite, mi sono fermato da solo andando in giro a fare il pischello con Claudio&Claudio, che son più fisicati di me...).

      Elimina
    8. Ma tu dove abiti (senza indirizzo, giusto per capire...).

      Elimina
  4. Non ti preoccupare sono solo disfunzioni interne alla catena che va dalla produzione al mercato.

    Vedrai che tutto si aggiusta i librai comprano libri per venderli e non per rimmetterci,altrimenti la rimessa sarebbe certa.

    Cosi come la banche prestano soldi in cambio di un margine di profitto certo, e per questo motivo prestano i nostri soldi (quelli che stampa o gli assegna in conto la Banca centrale) agli stati e non alle famiglie e imprese, guadagnano di più e rischiano di meno, infischiandosene delle conseguenze sull'economia reale.

    Come vedi la disfunzione dei librai crea meno danni di quella delle banche è una magra consolazione per l'artista che in questo caso deve far prevalere l'economista che è in sè.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, la pensa così anche Ivan, e del resto anch'io. Ma io non sono preoccupato. Non mi passa nemmeno per l'anticamera del cervello che qualcuno voglia fermare questa valanga (sarebbe pazzo lui)! Volevo solo avere un feedback dai lettori circa i canali più efficaci, e anche magari un consiglio del tipo di quello relativo alle Feltrinelli (una cosa che ho saputo dopo, ma che sarebbe stato utile sapere prima).

      Elimina
    2. Verifica Feltrinelli di Treviso, ieri 13 gennaio: libro NON disponibile in quanto le 2 copie ordinate erano esaurite; ordinata copia con prenotazione.
      Alessandro Angiulli

      Elimina
  5. Saranno contenti quelli del "Il Melograno" che stampano bellissimi libri per bambini e materiale per le scuole primarie a sentirsi dire che non operano più da 2 anni... le garantisco che non è così dato che ho acquistato proprio qualche mese fa alcuni dei loro quaderni per alcuni miei clienti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Son contento per loro. Nel caso mi scuso, può essere che abbia frainteso io. Una delle tante cose che non funzionano in questo paese è la rete cellulare fra Pescara e Roma...

      Elimina
  6. Amazon mi aveva indicato la consegna fra il 27/11 e il 5/12, ieri però mi è arrivata la mail di spedizione avvenuta, data di consegna prevista il 20 o 21/11.
    Le cose stanno migliorando.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne ero sicuro. L'unica cosa che avrei potuto fare per migliorare le cose sarebbe stato mandarvi da Feltrinelli coi forconi a metà ottobre, ma chi ci pensava? Comunque, tranquillo Feltrine', l'appuntamento è solo rimandato (al prossimo libro...).

      Elimina
  7. La Feltrinelli di Bologna, giovedi scorso, mi dice: "esaurite le 2 copie ordinate, stiamo richiedendo 20 copie all'editore, non so quando arriveranno". 2 copie ordinate... Mo' 20... Vabbè. Andrea. P.S.: la bicchierata fra goofysti bononiensi la facciamo? chi ci sta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si vede che qualcuno le ha chieste. Chissà che ci troveranno di interessante in un libro di economia. Ho fatto tanti bei dischi, e proprio 'ste zozzerie vi interessano?

      Elimina
    2. A me sembra strano che le copie le richiedano direttamente all'editore, capisco fossi io piccola libreria, ma Feltrinelli non acquista direttamente da RCS?!?

      Elimina
    3. Goofysti felsinei presenti! Ok per brindisi...Vicino a Feltrinelli in ravegnana o dentro Libreria Coop Ambasciatori tra i prodotti Eatitaly?

      Elimina
    4. Allora per ora siamo tre(felsinei)!Io preferirei birre al Mutenye ma il posto è solo l'ultimo dettaglio......

      Elimina
    5. Potrebbe essere anche nella vecchia osteria di Vicolo dei Ranocchi...è l'ultima osteria rimasta.

      Elimina
    6. Segno di riconoscimento: una copia del libro in mano. Basta che l'abbia uno solo, diventa punto di riferimento identificante.

      Elimina
  8. Mi dicono che Feltrinelli non è solo leader in termini di punti vendita ma anche di distribuzione, e immagino che nelle loro librerie si trovi prima quello che loro stessi distribuiscono. Direi che abbiamo a che fare con una logica di monopolio, ed è sempre istruttivo vedere se e quanto la protesta dei consumatori sia efficace. Suggerirei di accompagnare la mobilitazione con strumenti 2.0 (twitter @LaFeltrinelli). Ma soprattutto raccomando di provare a rivolgersi a librerie non incatenate, che spesso si approvvigionano direttamente (andandoci) da diversi magazzini. Ovvio che si trova di meno, ma la selezione è frutto di scelte che non dipendono solo dai trend di vendita. Testimonianza personale: ho trovato il libro sabato 10 nella libreria sulla via principale di Amelia (TR). Ero lì di passaggio, non in cerca di librerie, e non sarei qui a raccontarlo se la libraia non avesse avuto la felice intuizione di metterlo in vetrina.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...che in effetti è sempre meglio che metterlo in cantina...

      Elimina
    2. E sì, suggerisco anch'io pressione 2.0. Funziona.

      Elimina
    3. Imprimatur è distribuito da RCS, non c'entra nulla con Feltrinelli (PDE è il ditributore del gruppo Feltrinelli).

      Elimina
    4. Sì, però ogni tanto leggere quello che scrivo, così... Soprattutto quando è semplice... So benissimo da chi è distribuito Imprimatur, e la scelta di questo marchio è stata fatta dalla casa editrice sulla base dell'ipotesi (da verificare) che la distribuzione RCS fosse migliore di quella di Aliberti (distribuito da un altro canale, mi hanno detto). Mi hanno anche detto che per loro UN SEGNALE IMPORTANTE È VEDERE CHE LE FELTRINELLI ORDINANO UN LIBRO. SE LO AVESSI SAPUTO PRIMA AVREI DETTO AI MIEI VENTI LETTORI: PER FAVORE, POTENDO SCEGLIERE ANDATE A ORDINARE SUBITO DALLE FELTRINELLI COSI' DATE UN SEGNALE UTILE A CHI DEVE DECIDERE QUANTE COPIE STAMPARE.

      SPERO SIA CHIARO, GRAZIE AI MIRACOLI DELLA TECNOLOGIA POSSO FARE UN POST IN CORPO 1000 PER CHIARIRLO.

      QUESTO DATO ESEMPLIFICA UN PICCOLO ACCORGIMENTO "TECNICO" CHE NON CONOSCEVO, CHE SAPUTO PRIMA AVREBBE CONTRIBUITO A TRASMETTERE UN SEGNALE GIUSTO.

      LA DOMANDA È (ERA): CE NE SONO ALTRI DI QUESTI PICCOLI ACCORGIMENTI TECNICI? OVVERO: ESISTONO CANALI CHE FUNZIONAO MEGLIO? SI FA PRIMA ORDINANDO IN LIBRERIA O SU INTERNET? COME SI TRASMETTE MEGLIO L'INFORMAZIONE GIUSTA A CHI STAMPA?

      MI PARE DI CAPIRE CHE NON CE NE SONO, E QUINDI L'UNICA COSA CHE CHI VUOLE IL LIBRO POSSA FARE È ATTENDERE.

      GIUSTO?

      Elimina
    5. Non avevo letto, chiedo venia, ma rispondevo comunque a Marcello (tra l'altro il gruppo PDE-Feltrinelli non è leader nella distribuzione).
      Mi lascia un po' perplesso l'accorgimento tecnico che le hanno indicato.
      Comunque mi pare che la grande mole di richieste su una piattaforma come Amazon sia un segnale chiaro all'editore, forse ancora più chiaro di quanto non possano essere le Feltrinelli (che detengono circa il 15% della quota vendite del settore editoriale).
      Dubito che il lettore-autore del libro possano fare più di tanto, quindi sì, penso che ci sia da attendere e sperare che la situazione si sblocchi in fretta, come mi pare probabile che accadrà.

      Elimina
    6. Sì, pensavo anch'io che il segnale Amazon fosse più significativo, e infatti li avevo avvertiti che ero secondo in classifica. No answer. Dopo di che, due giorni dopo l'uscita, mi hanno detto: "Ma lo sa che è terzo in classifica! Sta andando bene!" Da qui il commento proustiano di qualche post prima. Insomma, mi sembra di capire che più di quanto ho fatto nun potevo fa'... Sono sicuro anch'io che ora la situazione si sbloccherà.

      Elimina
    7. Ho già inviato un commento e quindi questo si accavalla...ma leggendo la tua risposta mi viene in mente il barrista del tuo libro quello bravo che se fa 100 caffè e li mette sul banco con il rischio di gettarli nel lavandino.

      Quindi è più razionale per lui farsi un buon nome e fare i caffè su ordinazione.

      In sintesi,il libro va ordinato e aspettare che arrivi, di solito le consegne in libreria sono settimanali.

      PS: sbaglio o alla Toyota a questo modo di soddisfare il mercato hanno dato un nome?

      Qui c'è una piccola variabile ma il concetto per il libraio non cambia :-)

      Elimina
    8. Alla Toyota... :)

      Vabbe', però prima o poi mi piacerebbe sapere quante copie hanno stampato in prima battuta, così, per curiosità... il numero dei lettori fissi del blog diviso per o moltiplicato per? :)

      Com'è che del libraccio di Monti che nella classifica di Amazon non compare neppure ce ne sono cataste in tutte le librerie? :)

      Elimina
    9. Perchè Monti ha scritto un libro di recente?

      Se ce ne sono a cataste vuol dire che qualcuno sta scommettendo al buio ed è probabile che gli toccherà vendere Bagnai per limitare le perdite.

      Di Monti gli Italiani si ricorderanno per la miseria che gli ha regalato.

      PS: io volevo alleggerire la sofferenza dell'attesa e iniettare fiducia il mercato non è razionale ma il libraio si (almeno lo spero per lui).

      Elimina
    10. Proprio come dici: arrivare alle cinque copie di Bagnai (chi? come si intitola? sì, secondo il terminale ne abbiamo lì, anzi no è qua) nell'angolo in fondo scavalcando le cataste di Monti in mezzo alla sala dà anche un po' sui nervi :)

      P.S. Io non volevo precisazionare (come dice CdBozzi) sulle diverse strategie di marketing ma mi sembra che qui qualcuno opponga un po' troppa resistenza al tiro del mercato :)

      Elimina
  9. Non so se può essere utile:
    Il giorno 29 mi metto in moto con le indicazioni fornite nel blog 3gg prima, ma alla Feltrinelli di Pisa mi rispondono che il libro non risulta (mi hanno detto di essere il distributore di zona per il gruppo Aliberti e quindi di sapere con cartezza se ci siano loro uscite imminenti). Da altre parti mi viene detto che l'uscita è indeterminata e non è prenotabile. Al Libraccio, grazie alla gentilezza della commessa (che ha insistito molto nella ricerca) riesco a fare la mia ordinazione. Il libro è arrivato mercoledì scorso.
    Nel frattempo non è stato possibile trovare il libro in vendita "diretta" ma alla Feltrinelli si sono accorti della sua esistenza, ottenibile solo su prenotazione (mi dicono di averne molte in coda).

    RispondiElimina
  10. Io sono tra gli Happy few mi hanno spedito il libro da IBS, però se vuole faccio spam a feltrinelli, e se capito in libreria li provoco un po' se non lo hanno ancora ordinato, guardi che alla fine per causa sua qualcuno prima o poi mi mena:))

    RispondiElimina
  11. a roma consiglio anche queste ottime librerie

    http://libreriearion.it/libri/index.php/il-tramonto-dell-euro.html#.UKefoIamkdU

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io le ho ordinate da loro...prima ero andato da una feltrinelli (c'ho la tessera) a viale libia, il week end prima dell'uscita, e il tizio sul terminale manco sapeva della sua esistenza...allora ho optato per arion il 7 novembre sera, anche perché mi aveva ben impressionato il fatto che l'addetto mi avesse detto che le 2 copie or(d)inate le aveva già finite...detto questo, son qui che attendo l'arrivo, fiducioso e anche contento del successo e dell'evidente sottovalutatio preventiva dell'esito del tramonto.
      Faccio anche un po' di marketing virale, se vedo una libreria entro e chiedo il libro per vedere l'effetto che fa. A porta pia oggi l'addetto mi fa "ahhhh questo è quer libro STRANO de imprimatur....stamo tutti in attesa, vedi?" e mi fa vedere la schermata del pc con tutti gli ordinativi.
      Due considerazioni finali:
      a)l'unica cosa che mi dispiace è che dubito che riuscirò ad averli prima del 22;
      b)per un libro nuovo di pacca è la prima volta che mi succede una cosa del genere.

      Elimina
  12. Chi è di Caserta o dintorni lo può trovare al Campania. Infatti la Mondadori di Marcianise nel Centro Commerciale Campania ha ancora 5 copie, l'ho controllato personalmente ieri sera.
    P.S. Ho visto da Pacifico, che ha il monopolio dei libri a Caserta, e neanche lì c'erano copie del libro.

    RispondiElimina
  13. Ordinato in una libreria indipendente di Macerata. Dopo una settimana mi chiamano.
    "Ciao Peppe sono Francesca"
    "Ciao, che mi dici del libro?"
    "Che è più semplice se lo trovi online"
    "Ma come? Non si riesce ad averlo?"
    "Sai com'è... questo non è nemmeno un editore, è una stamperia"
    "E quindi?"
    "Quindi la distribuzione è un casino"

    Vorrà dire che lo prendo a Pescara il 1/12. Poi me lo autografi prof?
    Lo so che è da feticisti, ma ad ognuno le sue debolezze. E poi, confessa, quante volte ti hanno chiesto un autografo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una stamperia! Mi sembra un po' esagerato, adesso... Aliberti-Imprimatur ha pubblicato diversi saggi sull'argomento, fra i quali uno che mi era piaciuto molto, Titanic Europa di Giacchè, e avendo conosciuto Vladimiro di persona gli ho chiesto consiglio e lui mi ha messo in contatto. Personalmente sono molto contento. Io quanto il testo sarebbe stato richiesto lo sapevo, ma non potevo farlo presente più di tanto perché ovviamente sarei sembrato un pazzo presuntuoso. Detto questo, se ti vedi con attenzione questo post capirai che gli editori "grandi" non sembravano molto interessati, quindi tanto valeva tentare la strada degli editori meno grandi e più coraggiosi, no?

      Elimina
    2. P.s.: non è detto che tu debba aspettare il 1° dicembre per Pescara... Resta in linea, che domani vi dico un paio di cosette.

      Elimina
  14. Da 59 a 59 libro in circolo. A Bologna Libreria Coop al centro Lame ieri sera 4 copie de Il Tramonto sullo scaffale dopo aver quasi urlato al banco se era arrivato. Altro evento quello della prossima settimana a Madrid dei giovani europei per parlare di crisi e soluzioni con economisti. Bagnai non puoi mancare. http://www.economy4youth.com/en/

    RispondiElimina
  15. Senza voler difendere nessuno ma alla Feltrinelli di Livorno è arrivato con un giorno di ritardo rispetto all'uscita e in linea anche con gli altri negozi per l'Italia (come riportato nei POST precedenti da diversi blogger). Date tempo non c'è nessun complotto si vota a Marzo/Aprile è solo una questione di razionalità organizzativa, ne orinano due o tre copie per negozio,verificano il mercato ricevono gli ordini e dopo soddisfano la richiesta. Guardate che se per esempio nel negozio X vengono prenotate 100 copie il libraio ne ordina all'editore 102 per non avere residui invenduti è l'editore che ha fatto la scommessa dell'investimento editoriale e tocca a lui tenere il capitale immobilizzato e non al libraio che è solo un punto di distribuzione vende Bagnai come venderebbe Pippo se c'è richiesta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma siamo partiti dal presupposto che non ci sia nessun complotto, caro, non siamo donaldo-rettilian-signoraggisti. Il punto è un altro: se ne orinano, come dici, solo due copie, forse hanno problemi di prostata... ;)

      Elimina
    2. @Domenico mi piace il tuo refuso "ne orinano due o tre copie per negozio"... meglio che dia un'annusata alla mia copia! :D

      Elimina
    3. Dunque partiamo dai fatti: c'è qualcosa che non va. Da subito.
      1. Città importanti sono state oggetto di distribuzione insufficiente e rarefatta dal primo giorno.

      2. Nessuna correzione significativa di ciò è stata finora adottata. La prova è il "campione significativo" dell'andamento generale fornito da:
      a) le testimonianze dirette di molti interventori sul blog;
      b) la stessa schermata vista coi miei occhi da Arion: su 20 librerie romane, a fronte di varie copie ordinate in alcune di tali sedi la effettiva consegna è sempre stata di 1 copia e neanche in tutte le 20 librerie;

      3. Le persone che sono andate su mio suggerimento (ancora in questi giorni) a comprare il libro dicono che o gli viene risposto che non risulta che esista o che non si sa quando possa arrivare. Non si sa e non c'è modo di saperlo.

      DEDUZIONI (da quadro fattuale multiplo, per elementi e loro tipologia, non contraddittori tra loro, quindi deduzioni-induzioni in base a regole DI "RAGIONEVOLEZZA"):
      - i librai non hanno interesse economico a questa situazione e hanno agito (quelli interrogati) come sempre, senza alcuna variazione del loro comportamente ordinario;
      - la distribuzione ha distribuito ciò che aveva a disposizione. Sono ipotizzabili ragioni per cui non dovrebbe effettuare la prestazione contrattuale per cui sono ricompensati (avendo in realtà interesse economico diretto a compierla)? Non ci sono elementi di fatto e di ragionevolezza in tal senso...
      - il busillis potrebbe probabilisticamente risiedere nel numero delle copie in origine e TUTT'ORA stampate nonchè, in alternativa o simultaneamente, nella chiara sollecitazione ai distributori a operare secondo i termini contrattuali (se ci sono);
      - emerge "prima facie" che non sembra esserci stata alcuna strategia promozionale dell'editore nè inizialmente (in vista dell'uscita) nè di fronte a ordini oggettivamente risultati superiori a quelli attesi rispetto alla insufficiente stima iniziale;
      - se tale stima iniziale sia stata coerente con il quadro di informazioni fornite e comunque facilmente accessibili all'editore, per calibrare anche una distribuzione proporzionata su tale quadro, è oggettivamente accertabile, dato che i fatti già verificatisi lo consentirebbero senza difficoltà.

      STA STORIA CHE IL COMPLOTTO NON SI PUO' NOMINARE NON PUO' E NON DEVE IMPEDIRE DI RAGIONARE
      Poi se i fatti sono radicalmente (non su taluni dettagli privi di capacità descrittiva del contesto) diversi, si potranno fare altri ragionamenti

      Elimina
    4. 48 ha ragione.
      a me è sembrato strano che da ibs a via nazionale ce l'avessero nello sgabuzziono dietro la cassa...gliel'ho anche detto, guardi che questo spopola...
      ora può essere che non hanno capito bene l'importanza del testo poichè può anche essere che vendo libri per lavoro e zappo l'orto per passione ; ma a fronte di parecchi ordini mi sembra assurdo che dopo 10 giorni stiamo ancora a carissimo amico. quelli sono contratti.
      daccordissimo con quanto scritto più sotto da Borghi sia sulla superficialità con cui si sono gestiti gli ordini che sul mistero dei refusi!

      Elimina
  16. Io l'ho ordinato su ibs il giorno dell'uscita (mercoledì 7, se non sbaglio) e mi è arrivato il lunedì. Ma c'è da dire che ci son stati due giorni di "ritardo" per via del fatto che il corriere non fa consegne il fine settimana; quindi, da parte loro, quelli dell'ibs sono stati rapidi.

    Già che ci sono faccio pure i complimenti al prof. per l'ottimo testo (chiaro come al solito), anche se la lettura non procede molto rapidamente a causa degli esami...di economia pure quelli...inizio ad odiare questa materia.

    RispondiElimina
  17. Ordinato il 7 assieme ad altri libri presso il Bookshop Franco Angeli(una delle librerie più grandi del quartiere universitario Bicocca di Milano). A parte che dicevano si chiamasse "Fuori dall'euro" e vabbè, morale della storia, ad oggi, gli altri libri sono arrivati mentre per il Tramonto dell'euro, quello che aspettavo con più ansia anche perchè tra poco non avrò il tempo materiale per leggerlo, tutto tace sul fronte occidentale. Aspetto aspetto aspetto, se entro mercoledì non arriva mi sa che farò irruzione nella libreria con tanto di ostaggi piddini pretendendo la mia copia... Altro che rettiliani, anatre e signoraggisti datemi la mia copia c...o! :)

    RispondiElimina
  18. IBS: ordinato mercoledì 7-11 alle 8, arrivato sabato 10-11 alle 15.

    RispondiElimina
  19. se ci sono aficionados di Bagnai in quel di Torino, mi è avanzata una copia, che potrei cedere (vendere) a chi è interessato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Aspetta, fattela pagare bene, perché se è la prima tiratura (quella con la parentesi che resta aperta a p. 14) un giorno non avrà prezzo!

      Oh, si scherza, naturalmente...

      Elimina
    2. Io ho la copia con la parentesi che non si chiude, ma non la vendo (per ora:), mo' mi manca l'autografo, di quanto si rivaluterà secondo ella?

      Elimina
  20. Libreria Mondadori a Cecina.
    Ordininato il 6 Novembre.
    Arrivato il 7.

    RispondiElimina
  21. Boh? Io per fortuna l'ho preso la settimana scorsa (giá finito, fila che é un piacere): da Feltrinelli mi hanno detto che il libro non esisteva, mentre in una delle vecchie librerie del centro (Ancona) ce l'avevano lì disponibile. L'ho pagato, con sommo piacere, un paio di euri di piú di Amazon. Viva le vecchie librerie tradizionali!

    RispondiElimina
  22. Ordinato su unilibro il 14 ottobre, spedito il 12 novembre e ricevuto il 13. Di solito prediligo Amazon ma stavolta ho preferito far altrimenti. La libreria più grande di Legnano comunque ne aveva una copia già l' 8 Novembre.

    RispondiElimina
  23. Ordinato su Amazon fine di Ottobre!
    Pernacchia di Amazon il 7 di Novembre, con nuova data di consegna 14 Dicembre!

    Non reagisco violentemente solo in quanto buona parte del contenuto del libro mi è noto e mi metto in standby. Ero però convinto fosse un problema di errore di valutazione nel numero delle copie stampate dall'editore...

    Invece tre giorni fa leggo la risposta di Imprimatur ad un Goofysta in cui la casa editrice dice sostanzialmente "Il libro è ancora disponibile a magazzino ma se i distributori non lo ordinano...."

    ....cosa odono le mie orecchie?

    A questo punto scrivo ad Amazon! Amici cari, mi dicono che il libro c'è e basta procurarselo, ma è vero?
    Risposta di Amazon? Si è vero!

    Non so se avete presente come reagisce Ade quando scopre che Pena e Panico gli hanno tenuto nascosto che Ercole è ancora in vita
    ... ecco quella reazione li!

    Dopo un paio di mail in cui ho comunque dato sfoggio di calma dignità e classe, ieri sera mi è arrivata una mail in cui mi informano che è in consegna per martedì prossimo!

    Vediamo!



    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quella copia tienila da parte per regalarla a un piddino, che venerdì vengo a Milano e te ne regalo una io. Keep in touch. Poi a dicembre ti chiederò addirittura ospitalità. Ne parliamo separatamente.

      Elimina
  24. Porto due piccole testimonianze: la prima che l'ho cercato in due Feltrinelli, in una delle quali ne avevano in negozio almeno due copie, ma in entrambi i casi i commessi hanno fatto molta fatica a rintracciarlo nel catalogo, in uno dei due il ragazzo è andato addirittura su Amazon a cercare il codice ISBN. L'altra è che ho pubblicato anche io con editori piccoli, che hanno sempre lamentato un'enorme difficoltà a trovare posto in libreria: dico solo che una raccolta di certi miei articoletti umoristici usciti su Repubblica di Palermo in una Feltrinelli l'ho trovata sepolta nello scaffale della critica letteraria. Ma con un blog come questo e le librerie online direi che ogni ostacolo si supera di slancio. Le quattro copie da Amazon me le hanno spedite ieri, nel frattempo l'ho finito e sono già molto più brava a discutere pacatamente... molto pacatamente ("Ma davvero tu ritieni che senza l'euro NESSUNO VORREBBE PIÙ COMPRARE NIENTE DA NOI NÉ VENDERCI NIENTE? Ma non credo proprio, caro, perché dovrebbe comportare un calo dell'appetibilità delle nostre merci...? Semmai capirei più l'obiezione opposta, se svalutiamo, ma anche su quello molti economisti... Per esempio, Bagnai...", ecco, questa sono io che flauto risposte alle obiezioni più insensate e bizzarre, con un aplomb che soltanto la consapevolezza che puoi sempre sfoderare una copia e metterti a picchiarla in testa può darmi. Stasera ho due amici a cena e il libro è già sul tavolo, porelli... ;-)

    RispondiElimina
  25. Curiositas: come vanno le vendite a Pescara? Spero che il Professore non sia conosciuto solo dai suoi studenti. Mi è sembrato un buon segno che Feltrinelli avesse ordinato delle copie su propria iniziativa. Ho letto il libro tutto d'un fiato, adesso sono alla seconda rilettura, più meditata, poi ci sarà una terza più riflessiva. In vita mia, ormai pensionato senior, ho letto tre o più volte solo Heller "Catch 22" e Céline "Voyage au bout de la nuit", Proust aspetta ancora, però la colpa non è mia. Dopo, se parlerò di economia spero che Bagnai non mi denunci per plagio. Auguri di un ottimo successo ben meritato e meritevole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda che ai miei studenti dell'economia non frega giustamente nulla, essendo studenti di business (economia aziendale). Io sono per loro un male necessario (anzi, da quest'anno facoltativo, essendo in opzione con scienza delle finanze e storia di qualcosa). Poi ovviamente i troll cretini del FQ credono che i 10000 contatti al giorno di questo sito siano quelli di studenti desiderosi di ingraziarsi il professore!... Ne abbiamo già parlato, no?

      Elimina
  26. Prof. ho ordinato il libro su amazon, in una libreria del centro ma il pomeriggio del 7 l'ho trovato alla Mondadori. Ora sono arrivate anche le altre due! Cmq oggi ho visto il suo libro alla egea, in via Bocconi a Milano, la libreria della Bocconi! Nn era sul l'altare delle opere più importanti, quello era dedicato a tre o quattro diversi libri intervista del premier e ad alcune altre euroriented a firma Prodi e co.

    RispondiElimina
  27. Il tuo ordine Amazon.it che include "Il tramonta dell'euro" è stato spedito.La data di consegna è:mercoledì, 21 novembre 2012. Ma non avevano eliminato il refuso?

    RispondiElimina
  28. Sono andato alla Feltrinelli di Monza l'8 novembre. Chiedo al banco informazioni. Non ne sanno nulla. Chiedo se e quando arriva. Cerca su internet il libro, poi chiama di fronte a me la casa editrice e mi dice: "La ImprImitur vende solo online". "Guardi che è ImprimAtur". "No, è ImprimItur e vende solo online!"
    Allora mi sposto presso l'altra importante libreria di Monza e lì mi dicono che gliel'hanno chiesto in tanti, ma non è ancora distribuito.
    L'ho ordinato ieri su IBS...

    RispondiElimina
  29. Saluto il prof. e tutta la combriccola: dopo molto lurking varco il mio personale Rubicone con questo primo messaggio.
    Sono anch'io un prof ma di liceo, lettere antiche, con analoga passione per musica barocca e affini.

    Bagnai come Napoleone? Dal Manzanarre al Reno, chissà.
    Per intanto si deve accontentare, abbiamo solo il Rodano!
    Amazon mi conferma la spedizione del libro, atteso per il 20 o 21, e da dove parte 'sto benedetto pacco? Da Montélimar, regione Rodano-Alpi. E io non sto in Francia, ma sopra Milano.
    Giusto per aggiungere un altro tassello a questa indagine su come funziona la distribuzione libraria.

    RispondiElimina
  30. Molti vedo che sono toscani da questo post: io sono un po' uno degli ultimi commentatori arrivati, ma dite che si riuscirebbe ad organizzare un goofyraduno in Toscana?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono Livornese (e lavoro a Livorno) ma sono residente a Bientina (Pi).

      Io ci sono,vediamo quanti siamo e se riusciamo ad organizzare qualcosa.

      Elimina
    2. Abito a Viareggio.
      Mi farebbe molto piacere il goofyraduno toscano!

      Ho già lasciato la mia mail, eccola di nuovo:
      sil-viar@virgilio.it

      Elimina
    3. Per il goofyraduno toscano più che disponibile, sono di Montecatini
      alessandrodesideri@gmail.com

      Elimina
    4. Da Siena ci sono anch'io.

      Elimina
    5. Interessante, io sto quasi nel mezzo a tutti voi (Lucca).. Allora intanto contiamoci un attimo, eppoi vediamo se almeno una cena ci scappa!!!
      Male che vada possiamo sempre ricostituire il Granducato di Toscana..

      Elimina
    6. Il Granducato di Toscana vi prego no!
      sapete, sono Pisano e già rischio di essere targato Li!

      A parte gli scherzi sarei felicissimo se ci fosse un goofyraduno in Toscana, tanto più che non sono in grado di andare nè a Roma il 22, nè a Pescara l'1.

      Valter

      Elimina
    7. Bene, qui conto che siamo in 6 e che siamo tutti abbastanza vicini tranne Mariof; qualunque cosa venga fuori, ne terremo conto (via, non ti si fa passare come l'unico bischero che attraversa la Toscana per venire a cena!). Spero che questo post torni a galla e che chi vuole possa postare un segno di vita.
      Mi segno le vostre mail, così pian piano evitiamo di intasare il blog...
      Ogni idea e proposta è beneaccetta - aperitivo, cena, quel che volete. Discutiamone!
      mia mail gltch2003@yahoo.it

      Elimina
  31. Colgo l'occasione. Ma una bella DISCOGRAFIA del Maestro Bagnai, per favore? Che a cercarti come tale nella sezione dischi di Ibs o ad Amazon ad esempio non salti fuori, ma se ci dai l'ensemble, il compositore o la casa magari si.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricapitolando, gli ultimi tre sono:

      Intorno all'Oratorio di S. Filippo Neri (Urania Records o Antiqua Classic Voice)

      Le sonate di Zuccari (Brilliant)

      La caduta di Icaro (Brilliant)

      Poi ho alcuni "live" con l'Accademia Ottoboni pubblicati dall'IPSAR, ma quelli li trovi solo se vai a S. Antonio dei Portoghesi (forse). Il più bello era un IV Brandeburghese e non l'hanno pubblicato ma se lo trovo te lo passo perché merita.

      Elimina
    2. Il motivo per il quale vorrei incidere il II Brandeburghese è che questo mi farebbe crescere nella stima di Uga, che riconoscerebbe la colonna sonora di "Barbie accademia per principesse"...

      Elimina
    3. ... guardi insieme a Uga "Barbie accademia per principesse" (presumo per millesima volta), e allora , la stima lieviterà...
      Se lei fosse il mi' babbo io per il libro e per il blog la stimerebbe troppissimo.

      Elimina
  32. Se dai libri passiamo alla discografia, poi si rompe la diga del merchandising... Non vorrei trovarmi scritto castadebitopublicocorruzzionebrutto sull'elastico delle mutande, diamoci una regolata. Andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre meglio di D&G come hai scritto adesso, caro...

      Elimina
  33. Acquistato il 9 novembre alla Feltrinelli di viale Marconi a Roma.
    Chiedo dove posso trovare "Il tramonto dell'Euro" di Alberto Bagnai, ma sul terminale non risulta.
    L'addetto è gentile e cerca anche sotto il nome dell'autore, ma non risulta neanche lì.
    Provo con il titolo col refuso, ma niente.
    Mi viene in mente il titolo provvisorio "Fuori dall'euro"... ed eccolo lì!
    Il commesso non si spiega come può essere che non risulti comunque sotto il nome dell'autore, ma ho immaginato un poveretto che immette dati otto ore al giorno in un database per 400 euro al mese, ed ho pensato che un errore ci può stare.
    Il libro comunque era regolarmente esposto nel settore economia (le ultime due copie).
    Lo sto leggendo con grande interesse e lo porto sempre con me, sperando che almeno il titolo susciti una qualche curiosità.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Posso spiegartelo io. Quando l'ho ordinato il professore aveva appena finito la stesura ma risultava già prenotabile col titolo "Fuori dall'euro".

      La commessa mi disse:
      Eccolo, fuori dall'euro di Alberto Bagni.
      Il prezzo era 17€ dunque non poteva essere un caso e lo ordinai. Nel database non compare infatti l'autore giusto ma un certo "Bagni" come refuso di Bagnai.

      Elimina
    2. Alberto Bagni.

      e questo è il terzo refuso ..anzi il no è un refuso :è il quarto...

      Il titolo ' il tramonta dell'euro'
      POI
      l'editore ' il melograno '
      E
      il numero delle pagine
      E ORA
      anche l'autore 'Alberto Bagni'
      (ma se chiediamo di aggiustare e sistemare i problemi
      come ho fatto io poi- dopo un po'- si ^sbagliano^ di nuovo...per caso...^^^ -_- )

      Questo libro è praticamente introvabile nei database
      me lo hanno fatto capire...

      ah certo è un ^caso^ ...una persona sbadata sottopagata...
      ^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^^
      poi aggiungo altri particolari...

      Ringrazio i goofysti per i contributi : alberto è riuscito
      a raggrappare delle persone stupende !

      Elimina
    3. Anche Claudio (qua sotto) che è più esperto trova strani tutti questi refusi, ma concorda con la mia idea che eventualmente fossero intenzionali, sarebbero controproducenti. La prima volta che in televisione mi chiedono del libro si ride, ragazzi... Preparatevi...

      Elimina
    4. La precisazione di Unknown, che ringrazio, avvalora la tesi di R°#: certo, visto così sembra proprio un boicottaggio!

      Non sottovaluterei, in ogni caso, lo scollamento avvenuto nel mondo del lavoro (in tutti i campi) da quando esiste il lavoro interinale. La professionalità è andata a farsi benedire, e non per colpa del lavoratore, ma il discorso è lungo e non è questa la sede per farlo.

      @R°# Concordo soprattutto sull'ultimo punto, è una bellissima e interessantissima comunità, cosa molto rara sul web.
      La cosa non stupisce, però, considerando l'intelligenza della persona che la gestisce.

      Elimina
  34. Alla Feltrinelli di Genova trovato il 7 novembre sera senza prenotazione, mentre ne risultava prenotata e presente in negozio (solo) un'altra copia. Ma, secondo il commento di un lettore tempo fa, la stessa libreria aveva detto, la mattina dopo, che le cinque copie presenti il 7 erano state tutte vendute. Insomma, lì c'è stato il tutto esaurito già il primo giorno.

    A Ge ci si rivolge alla Feltrinelli soprattutto per comodità logistica, perché si trova nel centro del centro, e perché la libreria enorme dà idea di garantire le novità anche di case editrici meno note.

    RispondiElimina
  35. Per contrastare ogni possibile boicotaggio, le chiedo direttamente di regalarmi una copia del libro.

    Mi va bene anche una versione informale in formato pdf.

    Offro in ogni caso disponibilità e sostegno gratuiti ed illimitati.

    (un lettore che Voltaire le invidierebbe)
    ....sicuramente! ;)

    https://www.facebook.com/#!/gianfranco.casile

    RispondiElimina
  36. Avevo ordinato una copia su amazon a fine ottobre (dando anche la richiesta all'editore per averlo sul kindle). Come poi è successo un po' a tutti, il 7 il libro era esaurito. Così, seguendo le goofyindicazioni, l'editore mi ha dato una lista di librerie tra Firenze, Prato e Pistoia dove poteva essere disponibile. A Prato l'ho così trovato alla libreria cattolica, in mezzo a vari testi sacri. Devo dire che non poteva aver collocazione migliore. Era comunque l'ultima copia rimasta.

    RispondiElimina
  37. Dunque, funziona così, la "pressione" pre uscita non credo sia di alcuna utilità. L'editore non ha idea della popolarità del suo autore e sonnecchiosamente compila una tediosa scheda del libro che va in mano alla distribuzione. La distribuzione in teoria dovrebbe andare dalle librerie, ma probabilmente non lo fa: rizza le antenne per i "soliti" nomi dalle verticistiche qualità intellettuali (benedettaparodi, colonnello giuliacci, tata lucia) e ne ordina un pacco, per i nomi (a loro) sconosciuti provenienti dai piccoli editori ne ordinano mille copie per i libri leggeri e cento per la saggistica. Così quando mia moglie, wedding planner di qualche notorietà, ha scritto il primo libro "matrimonio da sogno" ne hanno ordinati 1500 (grande successo a detta dell'editore) per ristampare poi, altrettanti adesso con il secondo "donne con un diavolo per capello" dato che sono considerati libri che "vanno". Con mille copie è possibile trovare il libro con una qualche probabilità, con cento, duecento (come sicuramente è successo con il "nostro") il libro non si trova e deve essere ordinato. Se facessero un po' meglio il lavoro di scouting precedente ci guadagnerebbero il doppio (ordinare e riordinare costa), come unica scusante considero che il numero di libri che escono ogni mese è pauroso, quindi non li ordinano di default per non essere seppelliti. Io pubblicherò a Dicembre-Gennaio il mio libro sugli investimenti in arte con casa editrice grande (Sperling & Kupfer - gruppo Mondadori) e vedremo se sarà diverso. In generale penso che non abbiano ancora assorbito il concetto di web-star e siano rimasti alla televisione.
    Più misterioso è il "boicottaggio" con gli errori su titolo, editore, nome, mancanza nei database. Ecco, questo è sospetto. Un errore ci sta, ma quanto successo al professore è inescusabile. Comunque se questo era il "vecchio" metodo per affossare una pubblicazione scomoda (niente di più facile) beh, anche in questo caso devono darsi una svegliata e pensare a qualcosa di diverso. Ai tempi dei segnali di fumo probabilmente funzionava, adesso ci fa solo innervosire e ottengono l'effetto opposto.
    Approfitto di questo post per ringraziarvi della stima che ogni tanto leggo nei vostri commenti. Spero di esserne all'altezza. Ci vediamo a Pescara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Claudio, mi sembra la quadratura del cerchio. A presto! Noi però ci vediamo prima, vero?

      Elimina
    2. Wedding planner... interessante, devo dire a MUÀ di prendere nota del titolo del libro.

      Elimina
    3. Allora lo vedi che sei tu?...

      Elimina
    4. Perchè qualcuno aveva dubbi al riguardo:)?
      Ho lo spleen post traumatico da stress, e non sono reattiva come dovrei. In fondo (ma proprio in fondo in fondo)lo possiamo perdonare, rispetto agli esordi lo vedo già meno rozzo.
      P.s.: io guardo ancora i cartoni , (per questo comprendo Uga :)come posso cosi, d'emblèe, passare alle dispute con CDB, senza traumi (scherzo cdb con i mii traumi non c'enta nulla,...però vede bene che mi provoca)?

      Elimina
    5. Mi inserisco in queste peana verso gli illustrissimi Claudio e Alberto che ne hanno diritto per aver fatto uscire voci autorevoli dalla disinformatia generale. Ringrazio soprattutto Claudio Messora per averli portati alla conoscenza di un pubblico molto più vasto di quello degli stretti addetti.
      Ora che sappiamo la composizione della medicina che ci è stata somministrata ed i cui effetti tossici (non dichiarati dal taumaturgi della domenica e del lunedì) sono tutt'ora evidenti nel corpo malato dell' italica nazione, non ci rimane che domandarsi in che modi e tempi perseguire la disintossicazione.

      Elimina
  38. OT appello a tutti i goofy. attenzione attenzione. segnalo l'esistenza di blog economico denominato noisefromamerika gestito da un gruppo di economisti di scuola chicaghiana. cerco di discutere con loro portando dati di fatto ma l'impresa è improba. urge man forte per sbugiardare le teorie del castacorruzionedebbitopubblicobruttoooo aiutatemi. è pieno di persone ingenue che credono a quello che viene detto per via dell'autorevolezza che le cattedre amerikane dannoa questa gente. sono legati al gruppo di fermareildeclino. io combatto come un leone ma appaio come un trollaccio. in realtà forse lo sono. affossiamoli di dati!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma sei arrivato ieri da Plutone? Pensi che non conosciamo nFA? Fa parte di quelle realtà fasciste come il Manifesto che secondo me è meglio lasciar estinguere in dignità e silenzio. Ogni tanto ci va Torny a divertirsi, lui si diverte così. Io ormai ho scelto una linea ben precisa: non intendo legittimare nessuno con i miei clic. Credo sia la cosa migliore da fare. Li lascio al loro sogno europeo e passo oltre. Aggiungo che chiudo i rapporti con chi si regola diversamente. Non mi riferisco ovviamente a te, fai come ti pare.

      Elimina
    2. Marco, ... dovresti resuscitare Keynes in persona per poter far qualcosa di buono in quel contesto. Ti risponderebbero che Keynes è morto a metà degli anni 70; anche se, diciamolo a bassa voce, sembra che dal 2008 stiano ricercando il "santo sepolcro" sperando di trovarlo con la pietra tombale semi aperta. Se dovessi incrociare anche qualche "fermatore del declino" sarà più o meno la stessa cosa, ... lascia perdere. Anche perché addirittura il suo più baffuto rappresentante sembra stia defilandosi per risparmiarsi un bel pillolone al sapore di flop. Se poi volessi fare un pò di palestra gastro-intestinale fai pure, ma stai attento.

      Elimina
    3. madonna! prof. questa è educazione allo stato puro!

      Elimina
    4. Quando avete a che fare con questi agenti razionali linkate sempre questo:

      http://leftycartoons.com/regarding-the-ongoing-irrelevance-of-keynesian-economics/

      Elimina
  39. Io lo uso come antidepressivo. ho sempre amato partecipare il dibattito acceso, e soprattutto sbugiardare le palle degli accademici (per via della mia carriera accademica abortita sul nascere)....
    cordialità

    RispondiElimina
  40. A Milano, mercoledì 14. La libreria Scientifica a cui ho ordinato il libro prima del 7 non l'ha ancora ricevuto dal distributore Rizzoli. Il libro è già esaurito in tutte le Feltrinelli e Cortina. Passo dalla libreria Edizioni Paoline e chiedo se trattano l'editore Imprimatur. Spiacenti. Il commesso però mi consiglia Hoepli dove trovo due copie. Le acquisto tutt'e due, l'altra per un amico. Temendo il peggio ne avevo anche ordinate due su Amazon. Morale: fra libreria e online ne avrò tre, se e quando arriveranno. Sono a disposizione di chiunque me le chieda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi prenoto per una copia, grazie. la Feltrinelli di Bergamo sta ritardando molto. Poi se arriverà anche la copia che ho ordinato la metterò a mia volta a disposizione. A Milano vengo spesso anche la prossima settimana.
      Ti lascio la mia mail. contessaelvira@gmail.com. Grazie ancora, avevo propria paura di non riuscire più a munirmi dell'agognato bottino.

      Elimina
    2. Anzi, mi è venuta un'idea migliore. se il Prof permette potrei regalare la copia in più al mio caro amico Franco vicedirettore del L'Eco (dicono proprio così, con mia costernazione ) di Bergamo. Non si sa mai....

      Elimina
    3. La Scientifica è quella di cui ho parlato anch'io senza nominarla, sono passato ieri e ancora non hanno visto una copia del libro. Da Cortina invece avevo ordinato la prima copia. Quando sono ripassato avevano esaurito il libro.

      Tra l'una e l'altra sono passato dalla libreria occupata della Statale per un po' di propaganda fide: "Se hai della documentazione da lasciarci" ... "veramente la documentazione sarebbe il libro, ma è esaurito". :)

      Elimina
    4. @contessaelvira - le 2 copie di amazon sono previste fra il 22 e il 27/11. Ci sentiamo appena arrivano.

      Elimina
  41. domanda tecnica prof: Massimo D'Angelillo e Leonardo Paggi scrivono su "oltre l'austerità" (bello il tuo contributo tra l'altro) che "sullo spread la Germania lucra quotidianamente una vera e propria rendita finanziaria che va ad ammortizzare di fatto la sua spesa per interessi". Mi puoi spiegare come avviene praticamente?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché col rischio di rottura dell'€ il nuovo marco tedesco si apprezzerebbe di circa il 25%. Questo genera una forte domanda di titoli tedeschi facendo così abbassare il loro rendimento fino all'1,5% attuale. Lo spread infatti é così alto non perché i nostri rendimenti si siano impennati (nel 2007 pagavamo il 4,8% oggi poco più del 5%) perché il rendimento del bund é così passato a questi rendimenti dal 4,5% del 2007. Con un ovvio risparmio sugli interessi.

      Elimina
    2. Quanto è bello cominciare a sentirsi inutili. Mi rilassa. Suggerisco anche la rilettura di Woo e Vamvakidis (linkati nelle istruzioni per l'uso).

      Elimina
    3. Grazie. E' vero che basterebbe leggere i listini e faccio il mea culpa..Però vi assicuro che a seguire l' informazione di regime appare il contrario, che siamo noi a pagare interessi alti per il rischio default che rappresentiamo. Sempre viva Goofy

      Elimina
    4. Infatti questa cosa é volutamente lasciata intendere in questo senso(cioè che la colpa é nostra) proprio per farci accettare le medicine del governo tecnico e del vincolo esterno. La verità viene a galla piano piano...
      Scusa l'entrata a gamba tesa Alberto ma é più forte di me... Se posso aiuto.

      Elimina
  42. Questo mi spiegò una volta uno dei miei piccoli editori (p.e.). Il p.e. scarseggia di strumenti per prevedere le vendite effettive dei libri (mentre per esempio Feltrinelli ha i dati di vendita nelle sue librerie in tempo reale). Quindi ha il terrore di fare il passo più lungo della gamba. Anche ricevere tantissimi ordini dalle librerie non è un segnale sufficiente, perché ci sono i resi. Quindi questo p.e. non osava mai stampare tante copie, piuttosto aspettava che finisse una edizione e poi ristampava ancora una quantità modesta (tipo 1.5000 o 2.000), e poi un'altre...A riprova della bontà della sua posizione, mi ha citato il caso di un famoso best seller (non ricordo il titolo) che fece addirittura fallire il suo p.e., perché vendette sì diecimila copie, ma il p.e. preso dall'entusiasmo per il successo all'uscita ne aveva stampate comunque troppe che gli rimasero sul groppone. E poi confermava la solita storia, che le librerie trovano spazio ed espongono soprattutto i libri televisivi, cosa direi sotto gli occhi di tutti. (P.S. I miei amici ieri sera alla fine si sono portati via la mia copia, ma IN PRESTITO, che finché non ho in mano le altre non la dò a nessuno).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A quanto capisco, anche Imprimatur si sta comportando così, e ovviamente non sta a me sindacare la sua scelta, visto che il rischio lo sopporta lui! Lo svantaggio ovviamente è quello dei tempi, e del rischio che l'interesse del pubblico si smorzi. In questo caso, però, trattandosi di IO, credo che il rischio sia relativamente remoto. Il fatto poi che siate coinvolti VOI mi garantisce ulteriormente. Quindi va bene che l'editore non sia "entusiasta" aprioristicamente, e va bene che voi insistiate. L'equilibrio si raggiunge così.

      Elimina
    2. Penso di no, che l'entusiasmo non si smorzerà. Questo è 1 libro che sarà godibilissimo anche 10 anni dopo l'uscita dall' euro, fuori dalla contingenza della sua pubblicazione e del suo terrificante titolo scelto apposta per farlo apparire un istant book. Ho leggiucchiato la copia che ho regalato, l'unica trovata in città, e domattina mi consegnano la mia acquistata su BOL

      Elimina
    3. Il quadro mostrato da Nat è preciso. A differenza degli editori, distributori e librai non rischiano in proprio, ricevono i libri in conto vendita, se vendono bene, altrimenti rendono l'invenduto in cambio di altre novità. E' lo stesso sistema dei giornalai. Non è un commercio dove gli intermediari comprano e vendono a loro rischio e pericolo. Mi risulta che certi distributori in caso di tirature troppo basse per i loro standard neppure prendano in carico i libri, inducendo così i p.e. a lanciare prime edizioni di migliaia di copie con il rischio di farli fallire.

      Elimina
  43. Professore, non vorrei tediarla, ma non mi ha risposto:
    mi aiuta a boicottare i boicottaggi, con la gratutità ?

    ps
    Almeno, allora, risponda a questo mio rovello:
    - perchè è così difficile far capire a "statisti" ed "uomini della strada" che la passiva ed aprioristica accettazione del monetarismo friedmaniano ha la medesima razionalità scientifica della previsione Maya della fine del mondo il prossimo 21 dicembre ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non vuoi tediarmi non farlo, it is up to you. Non ho capito bene cosa vuoi e nemmeno chi sei perché non ho Facebook. Non credo ci siano boicottaggi e non c'è nemmeno gratuità, perché ovviamente l'"accreditamento" che l'editore ti dà pubblicandoti vuole che gli sia pagato...

      Elimina
    2. Gianfranco caro, qui ci starebbe bene la famosa storia sul non fare domande delle quali non si può capire la risposta. Non ti basta guardarti intorno? Per favore...

      Elimina
    3. Ripeto: non ha risposto al ps.

      Elimina
    4. Non ho risposto alla tua domanda perché non è una domanda al livello di questo blog. Studia, aggiornati, e poi torna a domandare. Perdonami, io ho cercato di dirtelo in un altro modo, ma visto che insisti stattene pure un po' in disparte che male non ti farà. Il libro e il blog hanno già trattato questi argomenti. E ora basta (decido io, del resto).

      Elimina
  44. Inserisco la mia testimonianza, sia mai che diventa utile.. ;)
    Ordinato su Amazon il 31 Ottobre e arrivato il 16 Novembre.
    Ho ricevuto la famosa mail, come molti del resto, in cui mi si comunicava che ritardavano fino al 14 Dicembre.
    Comprata la seconda copia ca. 10gg fa a Lucca nella ex Edison (copia a bella posta nella stanzina con la sezione di Economia)..

    RispondiElimina
  45. l'ho ordinato su libreriauniversitaria.it dovrebbe arrivare la prossima settimana.qui in un paesino capoluogo della granvisir luogocomunista le biblioteche sono rare,ma sono curioso di vedere se la libreria del centro commerciale ha qualche copia.perche l'ho preso online?beh posso dire che avendo pagato con saldo paypal derivato da vendite ebay non ho usato l'euro come pagamento in onore del libro ;)(ok qualcuno ha immesso euro nel sistema ma nn io,credo che tecnicamente sia piu un baratto,dico male prof?)

    RispondiElimina
  46. Il tramonto dell'euro
    Ordinato il 06 Nov. 2012, disponibile.
    ultima mail di amazon.it 16 nov. 2012 07:03:31 PM
    Montelimar FR
    La merce è stata presa in carico dal corriere ed è in transito.
    Dal mappamondo, arrivato a Berlino, poi è tutta discesa fino a casa mia.
    Cordialmente Elio

    RispondiElimina
  47. Per chi si chiede come mai nelle librerie si trovano inspiegabili cumuli di libri di Monti e Prodi e compagnia: mi spiega un amico libraio che, sotto Natale, quei libri si vendono a quintali a gente che NON legge.
    Frotte di persone ignoranti costrette al regalo al medico della mutua, all'amministratore di condominio, al capufficio, al parente acculturato, vanno in libreria per spendere relativamente poco e afferrano l'ultimo libro di Monti o di Bruno Vespa accanto alla cassa, credendo così di andare sul sicuro.
    La stragrande maggioranza di quei tomi inutili finiscono scartati e non letti, è provato. E' un giro di spreco di carta e di royalties ai nomi famosi, e basta.
    Succede regolarmente ad ogni Natale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be', dici che Imprimatur vuole vendere il libro solo a persone che lo leggeranno sicuramente, dopo che avranno faticato non poco per procurarselo? :)

      Se proprio dovessi fare un regalo dell'ultimo minuto e dovessi scegliere tra Monti, Vespa e un Volta che ghigna non avrei dubbi. :)

      Speriamo che il libro arrivi nelle librerie prima del periodo natalizio!

      Comunque: chi è che fa il regalo all'amministratore di condominio? :)

      Elimina
    2. www.amazon.de
      Il tramonto dell'euro [Italienisch] [Taschenbuch]
      Alberto Bagnai (Autor)
      Geben Sie die erste Bewertung für diesen Artikel ab Like (0)

      Derzeit nicht verfügbar.
      Ob und wann dieser Artikel wieder vorrätig sein wird, ist unbekannt.

      E a noi chi ci pensa?

      Elimina
  48. Sono andata sulla pagina Facebook di Imprimatur e ho lasciato un commento (sono stata buonissima), vi copio domanda e risposta.

    Sandra Moro Perchè presso molte librerie risulta introvabile ? Vorrei segnalare che a causa di refusi (un po' troppi per un saggio) i commessi nelle librerie non riescono a rintracciarlo. Spero che queste segnalazioni vi aiutino a fornire un servizio migliore:)

    Francesco Aliberti Grazie a tutti delle segnalazioni. Ci aiutano a lavorare meglio. Imprimatur è promossa e distribuita da RCS libri (fatelo presente ai librai) quindi i rifornimenti dovrebbero essere velocissimi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei 'na signora... Te saluta er corettore...

      Elimina
  49. ^Imprimatur è promossa e distribuita da RCS libri^
    notare il condizionale , d'obbligo...comunque bello che risponda l'editore in prima persona (i recapiti di rcs distribuzione libri non li ho trovati...ancora...)
    il problema sta' probabilmente proprio nel distributore
    comunque continuiamo a insistere...

    ps: il twitter Alberto Bagnai ^etilista^ come ha detto Correttore è un area umoristica ottimale : lo seguo da poco
    ve lo consiglio per darvi un idea del livello cit:
    '...Socrate sapeva di non sapere , Storace non sa di sapere...'
    :DDD

    qui abbiamo anche un grande autore comico !

    RispondiElimina
  50. OT, segnalo refuso pag.94 riga 8 "importano di meno verso la Germania"

    RispondiElimina
  51. Gentile professore mi chiamo Riccardo Rossi e sono il proprietario di un'antica e storica tipografia, ARTE TIPOGRAFICA di napoli che ha dato lustro a tanti libri entrati nelle più importanti biblioteche! Le scrivo per darle una risposta al suo quesito! Deve sapere che le librerie non comprano quasi mai i testi sopratutto se si tratta di editori minori! Dalle risposte in questo blog

    RispondiElimina
  52. Le librerie nella migliore delle ipotesi prendono i volumi in conto deposito, nella peggiore li ordinano al distributore volta per volta! In pratica lei per avere maggiore visibilità, avrebbe dovuto fare il libro con le solite case editrici che hanno ormai inglobato nella loro organizzazione, la tipografia, il distributore ed anche la libreria! Spero di esserle stato di aiuto e quando avrà bisogno di una tipografia

    RispondiElimina
  53. Intanto Monti "Non garantisce sul futuro dell'Italia dopo le elezioni. Che cominci a sentire il pavimento che gli scricchiola sotto gli europiedi?

    RispondiElimina
  54. Siamo al TOP.
    Dopo aver provveduto a prenotarlo l'8/11 (il 7/11 è andato sold out - 3/5 copie - con ultima copia nelle mani di un amico) alla Feltrinelli di Genova Centro e depositato il regolare acconto richiesto, questa mattina ho avuto l'ardire di chiamare per chiedere notizie.
    Alla domanda ho ricevuto risposte 'vaghe' (in media arriva tra i 10 e i 15 giorni, al massimo 1 mese, non siamo in grado di darle una data prevista di consegna), al che ringrazio invero un pò stizzito (cosa vi fate lasciare un acconto se poi non sapete neppure quando consegnate?) e comunico che lo cercherò altrove.
    Non faccio a tempo a chiudere la comunicazione che mi squilla il cellulare ed era lo stesso impiegato della libreria che se ne esordisce con un 'Eh certo che non è ancora arrivato, il libro deve ancora uscire' ..... BOOM
    Ho risposto 'Non è vero'
    lui: figuriamoci
    io: ne avete venduto 5 copie il 7/11, giorno ufficiale di uscita, e l'ultima copia l'ha acquistata un mio amico
    lui: ah forse, aspetti, forse era una preserie (lol ... il prof fa le preserie)
    lui: ah si guardi sul computer mi dice che c'è stata una preconsegna di 3 copie
    io: bene, quando consegnate?
    lui: quando l'editore stampa
    io: guardi so per certo che Imprimatur ha i magazzini pieni, ma se nessuno ordina loro non consegnano
    lui: ma noi abbiamo ordinato 22 copie (adoro la precisione ... non una ventina, neppure venticinque, ma proprio 22-ndr)
    io: non ho dubbi
    lui: tutti le Feltrinelli in Italia hanno ordinato ... aspetti che guardo se ce ne fossero in giro .... ah si una a Pavia ...
    io: per un libro che deve ancora uscire?
    lui: eh guardi non so cosa dirle
    io: giusto per capire. è un libro all'indice? devo avanzare istanza al Sant'Uffizio?
    lui: guardi non so se per motivi politici ci siano problemi. io so solo che noi l'abbiamo ordinato
    io: sono perfettamente convinto che voi del negozio abbiate fatto quanto necessario. ho qualche dubbio che chi sta sopra di voi pensi al contrario a 'fare la cosa giusta'. comunque grazie della comunicazione esplicativa

    fine telefonata

    NHP (Non Ho Parole)

    PS Ovviamente cercherò altrove e se trovo chiederò alla Feltrinelli di ridarmi il deposito

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene. E con questo abbiamo risposto a quelli che "ma perché non hai pubblicato con un grande editore che integra tutte le fasi, compresa la distribuzione". Perché i grandi editori (e la loro distribuzione) aderiscono al partito unico dell'euro. Viva i piccoli editori! Per il resto, mi sembra che via Amazon, Ibs ecc. i problemi si risolvano. Fatti ridare i soldi e tenta la via dell'e-commerce, credo che avrai minori problemi.

      Elimina
    2. Acquistato su Amazon insieme ad altro testo di Galbraith (che mi incuriosiva molto). Consegna prevista 6 dicembre.
      Per ora non ritiro il deposito da Feltrinelli .... voglio vedere se tra qualche settimana mi diranno che il libro dev'essere ancora scritto :)

      Elimina
    3. Scusate l'intromissione. Confermo. Via IBS (autarchica) il libro c'è e si prendere senza problemi. @Professore: ho riscontrato invece problemi con il suo libro sulla CINA. Su IBS non riescono a reperirlo...è già la seconda volta che mi danno buca, mannaggia...

      Elimina
    4. Invece purtroppo anche con IBS trovo grosse difficoltà copincollo la mail di oggi 20 novembre :

      Gentile cliente,
      stiamo effettuando un ultimo tentativo di reperimento dell'articolo:

      CODICE TITOLO
      9788897949282 tramonta (sic!) dell'euro

      compreso nel suo ordine n. 9051653.
      Se entro 2/3 giorni non fosse reperito cancelleremo l'articolo dal suo ordine avvisandola via e-mail.
      Le ricordiamo che puo' controllare lo stato del suo ordine
      all'indirizzo:
      https://www.ibs.it/ord/ordenq.asp

      Ci scusiamo per l'inconveniente e porgiamo cordiali saluti.


      Internet Bookshop Italia srl
      Ufficio assistenza clienti
      http://www.ibs.it/for/forpge.asp

      Quindi niente, nada, nicht...


      carlo (quello del flauto)

      Elimina
    5. anche io ho ricevuto la stessa e-mail. ho provato a ricercarlo nelle librerie, ma mi hanno detto che non c'è e non c'è neppure nei magazzini

      Elimina
  55. Oui oui , c'est Moi:). Lei sta creando un tormentone, con correttore suo pupillo e sodale , io mi dissocio:)) Davvero vuole mandarlo dal Bufalo??? In quel caso mi gusterò la scena:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Signorina, se ella così desidera smetterò di menzionarla e financo di pensarla. Per quanto riguarda er Bufalo non si faccia illusioni, è un mio buon amico come si evince da questo messaggio e questo altro puro.

      Infine mi dispiace apprendere che ella ha qualche trauma; l'avessi saputo prima avrei evitato di moquettare nei pressi di un suo commento.

      Indistinti saluti,

      un tempo suo diBozzi (choosy)

      Elimina
  56. Ho comprato il testo nella libreria della stazione Termini a Roma il 13 novembre e quel giorno ne avevano ancora 6 copie. Certo il libro è stato messo in un posto introvabile, nel reparto ovviamente economia, ma nacosto in basso nello scaffale, confuso con altri libri, se non ci fosse stato il commesso non sarei riuscita a capire dove fosse. Avevo ad ottobre prenotato il libro alla Feltrinelli di Terni ma nonostante vari solleciti la libreria non ha soddisfatto la mia richiesta. A Roma ne ho comprate due copie, una l'ho regalata ad una mia collaga per il compleanno e questa mattina mi ha detto che ha cominciato a leggerlo e gli piace. Questa è la prima volta che scrivo e ringrazio sia il professore perchè è una forza della Natura, sia i frequentatori del blog che sono veramente grandi! Un ringraziamento anche ad Eco della rete. Seguo questo blog da dicembre dell'anno scorso ma ho deciso di scrivere solo ora perchè era ed è talmente interessante leggere i vari commenti che mi sembrava superfluo aggiungere altro. Fiorella Ciampa

    RispondiElimina
  57. C'era una volta un romanzo del genere spionaggio, di un autore russo di lingua francese. Il romanzo, opera di fantasia che contiene peró degli spunti profetici tutt'altro che fantasiosi, viene pubblicato un Italia alla fine degli anni '80 da una "major", che ne provvede solo una ristampa.
    Agli inizi degli anni Novanta i diritti del libro vengono acquistati da una piccola casa editrice del meridione d'Italia, che provvede a ristampare il libro, ma curiosamente non lo mette in vendita fino agli inizi degli anni duemila.
    In quel momento decide di riversare sul mercato la tiratura di dieci anni prima vendendo le copie nuove tramite un circuito cooperativo di rivendita di libri usati, a prezzi da usato. Infine, ed é storia recente, provvede ad una nuova ristampa in brossura, commercializzata per poco meno di trenta euro, attualmente sul mercato, 26 anni dopo. In genere si é portati a credere che le case editrici acquistino i diritti dei libri per pubblicarli e venderli al maggior numero di persone possibile. In genere.

    RispondiElimina
  58. L'ultima ristampa è più copiosa della precedente e sono state sensibilizzate le librerie Feltrinelli, in particolare a Genova, dove arriveranno 22 copie, a quanto ne so. Il successo del testo ha stupito tutti tranne voi, credo, ma non abbiate paura: arriverà.

    RispondiElimina
  59. Ecco l'epilogo di Ibs....

    ---------------------

    Gentile cliente,
    stiamo effettuando un ultimo tentativo di reperimento dell'articolo:

    CODICE TITOLO
    9788897949282 tramonto dell'euro

    compreso nel suo ordine n. 9092142.
    Se entro 2/3 giorni non fosse reperito cancelleremo l'articolo dal suo ordine avvisandola via e-mail e contemporaneamente procederemo alla spedizione di tutti i titoli disponibili.
    Le ricordiamo che puo' controllare lo stato del suo ordine
    all'indirizzo:
    https://www.ibs.it/ord/ordenq.asp

    Ci scusiamo per l'inconveniente e porgiamo cordiali saluti.

    RispondiElimina
  60. oggi ad ora di pranzo è arrivato. ottimo Ibs, 5 giorni lavorativi preventivati dalla data dell'ordine, nemmeno un minuto di ritardo..dopo la sola presa da Librerie del Centro è un sollievo avere il libro tra le mani, sta sera comincio!

    RispondiElimina
  61. aggiornamento reperibilita libro in zona senese,ancora non mi è arrivato l'ordine online e bazzicando nella libreria dell outlet valdichiana ho chiesto alla commessa se aveva il libro(molto efficente in 2 secondi l'ha trovato sul terminale e mi ha indicato lo scaffale)
    il povero libro era nascosto dietro ad una prima fila,mentre sotto cerano una decina dei libri di monti in bellavista(conati di vomito benrepressi e per vendetta gli ho messo sopra 3 libri diversi..)
    al momento di pagare ho scambiato 2 battute con la commessa cui ho consigliato di ordinarli altri e di metterlo in bella mostra che il libro è molto ricercato e non sempre ben reperibile..
    e lei:mi sembra un libro molto attuale e interessante grazie per il consiglio
    se ti riarriva magari mettilo al posto di quelli di monti che sono buoni giusto per accendere il camino;)
    lei ridendo ehh fosse per me

    RispondiElimina
  62. Ho acquistato ieri il libro (ultima copia) alla libreria Feltrinelli del centro commerciale Le Piramidi, di Torri di Quartesolo - Vicenza. Peccato che fosse nascosto nella sola sezione Economia, e non fosse invece nel settore: Novita', o Saggi, o Best seller, all'ingresso della libreria, come dovrebbe essere!!!
    Quindi adesso la libreria ne e' sprovvista, e dovrebbe essere messo in bella evidenza, nello scaffale delle novita' o dei libri di successo!

    In precedenza avevo chiesto il libro nella libreria Giunti - Il Punto del centro commerciale Palladio di Vicenza: non ne avevano mai sentito parlare!!!!! Quindi totalmente sprovvista!!

    RispondiElimina
  63. Oristano.
    Libreria "Canu" di Via De Castro. Trovato al primo colpo. era l'ultima copia, verso il 10 dicembre. Sabato notte 5 gennaio 2012 passando di lì era ben esposto in vetrina.

    RispondiElimina
  64. comprato presso nella libreria Zanetti di Montebelluna, provincia di Treviso, Veneto. subito disponibile, due copie sullo scaffale.

    RispondiElimina
  65. Segnalo un servizio che potrebbe essere utile: acquistato il 31 gennaio da Feltrinelli tramite internet, fatto consegnare alla Feltrinelli di Brescia, arrivato il 4 febbraio.
    Non si perde tempo a cercare il testo, la spedizione è gratuita, si viene avvisati via mail quando il libro è pronto per il ritiro.

    RispondiElimina
  66. Buonasera Professore, sono un etneo laureato ma disoccupato, le sono estremamente riconoscente per tutto ciò che sta facendo. Per me i suoi scritti sono cibo per la mente.
    Nel momento più buio della mia vita, luglio 2012, sentivo che qualcosa attorno a me non andava e mi sono messo a cercare su internet non sapevo bene cosa, spinto non so bene da cosa. Mi sono imbattuto in un video della Undiemi sul M.E.S.. Da quel momento ho iniziato a capire che cosa significa vivere in un paese dove la libertà di informazione si aggira intorno alla sessantesima posizione nel ranking mondiale.
    Grazie a quei pochi ricordi legati allo studio dell'unico corso di economia nel mio corso di laurea (sono ingegnere), ho potuto leggere in maniera critica le cose che diceva Donald, non mi sono fermato e sono andato avanti fino ad incrociare la sua esistenza grazie al suo blog.
    Grazie, sono rinato e culturalmente più armato di prima.
    Ho prenotato una copia del suo saggio il 23/11/2012 alla libreria Feltrinelli di Via Etnea a Catania, il 5/12/2012 era già disponibile ma nessuna copia in vetrina. Sempre il 23/11/2012 ho prenotato due copie alla Mondadori di P.zza Roma (Catania) e disponibile dal 11/12/2012, in questo caso, al ritiro, ho trovato esposte 5 copie del suo testo. Delle mie tre copie una regalata ed una medito di donarla alla biblioteca comunale.

    P.S. non voglio dilungarmi, ma ritengo necessario darle qualche notizia di me in questo suo spazio giusto per presentarmi, anche perchè ha già pubblicato un mio commento. Spero di essere capace di dare un piccolo contributo alla causa. Buon lavoro!

    RispondiElimina
  67. Ordinato su Amazon, ma devo aspettare sino al 26 marzo per averlo!
    Porcaccia miseria! :-(

    RispondiElimina
  68. Prof, io ho prenotato il libro (me l'hanno ordinato due settimane fa) dal distributore della mia edicolante di fiducia. Devo informarmi sul nome di questo distributore perché è di oggi la notizia che (cito testualmente) "...non riesco ad avere il libro perché il distributore non lo trova, sembra che la casa editrice sia sconosciuta ...". Parliamone :( - me lo dite adesso? -
    Non demordo.

    RispondiElimina
  69. Qui dalle parte di Ancona non siamo messi benissimo, molti non era proprio a conoscienza del suo libro, ma non demordo, troppo facile comprersi l'ebook....e poi non potrei farlo leggere anche a mio padre dato che non è molto pratico di tecnologia!
    Ps. È confermata la sua vita l'11 aprile ad Ancona? Se si dove e quando precisamente? Mi piacerebbe molto venirla a sentire, anche perchè oramai mi sono bruciato tutti i suoi video su youtube...e adesso come faccio? :-)

    RispondiElimina
  70. ma perché non è disponibile in formato elettronico ?

    RispondiElimina
  71. stavo leggendo che nn si riesce a trovare in libreria...C'è un link per acquistarlo come ebook ?

    RispondiElimina
  72. Trovato!
    Per tutti quelli che scorrazzano per Milano, la Mondadori vicino a Cadorna, ce l'ha!
    Buona lettura a tutti.

    RispondiElimina
  73. Buongiorno Professore,
    ho ordinato il suo testo 3 settimane fa alla libreria "la nuova editrice" di Sulmona (AQ) ma, ad oggi, non è ancora disponibile e ci vorranno almeno altri 15 gg. (secondo la commessa) per la consegna.
    Il PUDE agisce anche nel meccanismo di distribuzione!
    Complimenti per ieri all'ultima parola...districarsi tra tanto luogocomunismo non era facile!

    RispondiElimina